29 luglio 2016

L'estate nel piatto

INSALATA DI PANE E POMODORI

“La strada si riempì di pomodori, mezzogiorno, estate, la luce si divide in due metà di un pomodoro, scorre per le strade il succo.
In dicembre senza pausa il pomodoro, invade le cucine, entra per i pranzi, si siede riposato nelle credenze, tra i bicchieri, le matequilleras, le saliere azzurre. Emana una luce propria, maestà benigna.
Dobbiamo, purtroppo, assassinarlo: affonda il coltello nella sua polpa vivente, è una rossa viscera, un sole fresco, profondo, inesauribile, riempie le insalate del Cile, si sposa allegramente con la chiara cipolla, e per festeggiare si lascia cadere l'olio, figlio essenziale dell'ulivo, sui suoi emisferi socchiusi, si aggiunge il pepe la sua fragranza, il sale il suo magnetismo: sono le nozze del giorno. Il prezzemolo issa la bandiera, le patate bollono vigorosamente, l'arrosto colpisce con il suo aroma la porta, è ora! Andiamo! E sopra il tavolo, nel mezzo dell'estate, il pomodoro, astro della terra, stella ricorrente e feconda, ci mostra le sue circonvoluzioni, i suoi canali, l'insigne pienezza e l'abbondanza senza ossa, senza corazza, senza squame né spine, ci offre il dono del suo colore focoso e la totalità della sua freschezza.”


[Pablo Neruda – Ode al Pomodoro]


Non c'è bisogno di aggiungere molto alle parole del poeta Pablo Neruda. Sua Maestà il pomodoro è il re indiscusso di tutti i miei pasti estivi. Sarà che in genere, ma quest'anno più che mai, arrivo a questo momento decisamente affaticata da mesi di cucinamenti intensi che incidono in maniera inversamente proporzionale sulla mia voglia non solo di mettermi a cucinare, ma anche solo di pensare a cosa cucinare.. La soluzione migliore è sempre pane e pomodoro, potrei vivere tranquillamente di questo e qualche fetta di anguria per tutta l'estate. Quindi oggi, ode al pomodoro e lode al pane con il pomodoro in una ricetta che per me rappresenta l'estate, che porta con sé l'odore della salsedine, i piedi sporchi di sabbia, il profumo delle creme solari, i sonnellini pomeridiani, la lentezza di risvegli morbidi nell'aria fresca del mattino che filtra tra le persiane. La versione di oggi è un filino più presentabile della classica fetta di pane e pomodoro, ottima da preparare anche per il pranzo in spiaggia o per una cena in terrazza. Una via di mezzo tra una panzanella toscana e un pan bagnat, se volete. Chiamatela come vi pare, ma quest'insalata qui sono certa diventerà una delle vostre migliori amiche dell'estate. Vi saluto per un po', torno a settembre con nuove ricette e nuove energie. Godetevi la vostra estate nel modo che più vi piace, mangiate bene e bevete meglio. A presto!
Barbara





INSALATA DI PANE CROCCANTE E POMODORI
.............................................................


::Ingredienti:: 

4 fette spesse di pane casereccio di qualche giorno
350 g di pomodori datterino maturi
1 cetriolo
1 cipollotto novello
2 coste di sedano ricavate dalla parte centrale
una decina di foglie di basilico
2 uova sode (facoltativo)
un paio di manciate di olive taggiasche snocciolate
olio evo, sale, pepe nero
aceto di vino bianco delicato


::Procedimento::

Tagliate il pane a cubettoni e mettetelo in una ciotola. Spruzzatelo con poca acqua per farlo rinvenire (bagnatevi le  mani sotto l'acqua e dategli qualche spruzzata con le dita, a seconda di quanto è raffermo). 
Conditelo con una spruzzata di aceto, abbondante olio, sale e pepe.
Mescolate bene e mettete tutto in una padella ampia abbastanza da sistemare i cubetti di pane in un unico strato. Accendete a fiamma bassissima e fateli dorare lentamente, il fuoco deve essere basso in modo da asciugare bene il pane e renderlo croccante e dorato (altrimenti rischiate che si abbrustolisca esternamente prima di essersi asciugato all'interno). Lo lasciate lì e lo girate ogni tanto, in modo che venga ben dorato da tutti i lati.
Nel frattempo lavate e taglaite in due i pomodorini, lavate il cetriolo con la buccia e tagliatelo a fettine sottili, mondate il sedano e il cipollotto e tagliate anche questi a rondelle sottili, compresa la parte verde del cipollotto. Condite le verdure in un'insalatiera con olio, sale, pepe e una spruzzata di aceto. Aggiungete le foglie di basilico tritate grossolanamente con le mani e le olive. Mescoalte bene per insaporire. Quando il pane sarà pronto, aggiungetelo e mescolate bene per condirlo con i succhi prodotti dalle verdure condite. Lasciate riposare per almeno una mezz'oretta prima di mangiarla, mescolando ogni tanto. Al momento di servirla, dividete in 4 spicchi le uova sode e aggiungetele.
Per 4 come antipasto, o per 2 come piatto unico.


4 commenti:

  1. Barby..questo piatto E' l'estate. I colori sono magnifici. Brava <3

    RispondiElimina
  2. elogio della semplicità!

    RispondiElimina
  3. Veramente un piatto molto bello, semplice e delizioso( lo ho appena provato); io amo questi tipi di pranzi e tu hai detto bene è l' estate ma non solo per i colori ma anche perchè è un piatto perfetto per questa stagione essendo molto fresco e senza aver bisogno di cottura.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...