16 maggio 2016

La primavera in un primo

riso primavera
padella ABCT di KnIndustrie 


Ci sono casi in cui le ricette passano dall'idea al piatto alla foto e riescono esattamente proprio come le avevi pensate, sotto tutti i punti di vista. Quest'insalata di riso, se così la vogliamo definire, ne è un esempio. Ce l'avevo in testa da un po', un primo fresco, vegetariano, pieno zeppo di verdurine verdi di stagione, arricchito dalla presenza dei fagioli edamame per i quali ho recentemente scoperto un'insana passione (quelli ahimé per ora li trovo solo surgelati), con il profumo del riso Thai, quello delle erbe aromatiche appena colte dal mio terrazzo, la nota fresca e non troppo invadente del lime appena spremuto. Edamame a parte (che sono ovviamente un ingrediente facoltativo, nel caso potete sostituirlo anche con delle fave sgusciata se preferite) questa stagione è così ricca di verdure meravigliose che abbondano sui banchi dei mercati con i loro colori brillanti che quest'insalata di riso, sempre se così la vogliamo definire, io me la immaginavo che venisse fuori proprio così, con tutte le sfumaturre di verde di questa primavera. E se poi ci mettete anche ad ingentilire la foto la delicatezza delle posate di porcellana bianca che la mia socia e amica del cuore Rossella mi ha prestato per farci un giro qualche giorno fa, ecco che anche la foto del piatto esce fuori esattamente come l'avevo immaginata: delicata, fresca, brillante. 
3 su 3, non capita sempre sempre, ma il nostro piatto della domenica che oggi vi presento è stato di grande soddisfazione, sotto tutti i punti di vista. 



Per la ricetta ovviamente personalizzabile e adattabile alle vostre esigenze, le dosi sono piuttosto ad occhio. Per 4 persone io ho fatto cuocere 200 g di riso Thai per il tempo indicato dalla confezione in acqua bollente leggermente salata (si cuoce abbastanza rapidamente), poi l'ho scolato ben bene e messo in una ciotola larga, condito con un filo d'olio e mescolato per non farlo appiccicare e lasciato raffreddare mescolando di tanto in tanto.
Nel frattempo, ho fatto sbollentare in acqua leggermente salata in ebollizione circa 200 g ciascuno di piselli sgranati e di fagioli edamame sgranati (per me surgelati), per circa 8-10 minuti in modo che risultassero ancora parecchio al dente. Scolati con una schiumarola e fatti raffreddare subito in acqua e ghiaccio per fissarne il colore e interrompere la cottura. 
Stesso trattamento ma cottura per 8 minuti per 2 belle zucchine romanesche in fiore (dopo aver rimosso delicatamente i fiori freschissimi) spuntate e tagliate a bastoncino, due manciate (circa 150 g) di fagiolini finissimi spuntati e divisi a metà, una decina di asparagi privati della parte bianca del gambo. Anch'esse sbollentate e raffreddate subito in acqua e ghiaccio. Ho poi diviso a trancetti gli asparagi e unito tutte le verdure ben scolate e tamponate leggermente con carta assorbente al riso. Ho aggiunto 2 gambi di cipollotto fresco (la parte verde) ben lavati e tagliati a rondelle sottili, un mazzetto di erbe aromatiche miste tritate finemente (menta, basilico, finocchietto, prezzemolo riccio) e condito con un generoso filo d'olio evo, succo di lime appena spremuto, sale e pepe nero macinato al momento. Ho lasciato riposare per una mezz'oretta mescolando di tanto in tanto e ho unito all'ultimo i petali dei fiori delle zucchine ben lavati e tagliati a striscioline.

8 commenti:

  1. Ohhhhh, sono strafelice di essere presente nel mio piccolino qui in questa foto bellissima e in questa luce freschissima accanto a te <3
    Buona giornata Barbaretta e che beeeeello (e buono) tutto!
    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. luce freschissima che tu sai :))
      (sono state trattate con delicatezza che oserei definire chirurgica e immediatamente lavate e incartate in nuova carta gommosetta anti urto..)

      Elimina
    2. Ahahhh, ahahhh, le due adorabili pazze!!! <3 <3 <3

      Elimina
  2. Merci (!) a toi per questa carica di luce e di verde, hai creato un piccolo orticello nel piatto!
    ps: ultimamente l'aggettivo "croccante" mi fa spesso compagnia e ho anche assaggiato gli asparagi crudi (visti da te e da Virginia), promossi in pieno!
    pps: quando le amiche sono spacciatrici di bianco e francesità, chissà perchè, a me pare tutto più bello... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3
      (mi arresteranno un giorno, non ci sono dubbi! ;))

      Elimina
    2. anche a me!! viva le verdure croccanti, crude o appena scottate :)

      Elimina
  3. Ciao.
    Molto bella questa ricetta. Colori stupendi (ma io sono di parte perchè il verde è il mio colore preferito :-)).
    Sicuramente da provare!
    Chiara

    RispondiElimina
  4. Merci, merci à toi:)Bellissima e freschissima questa ricetta, un'idea davvero sfiziosa che esalta tutto cio' che la primavera é in grado di offrirci!!!
    La provero' sicuramente!!!
    Valeria

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...