11 aprile 2016

Cucina asiatica senza cognizione di causa: polpette di pollo glassate in salsa agrodolce

polpette glassate
Era un po' che da queste parti non si cucinava un piatto di ispirazione asiatica, ovviamente con la totale e consueta mancanza di qualsivoglia cognizione di causa che contraddistingue questo tipo di ricette sul mio blog. Anche se a dirla tutta la ricetta in questione è stata rimediata per l'occasione da immimarito, con lo scopo di far fuori un macinato di pollo che io avevo molto entusiasticamente comprato al supermercato, sperando (chissà come..) di avere il tempo di inventarmi qualcosa di diverso, ma che rischiava l'inesorabile via per il congelatore, vedendomi ancora completamente sommersa da consegne da consegnare e servizi da completare (chissà poi mai di quante ore credo sia fatto un fine settimana, mah..). 
Perciò, la scorsa domenica sera, mentre io ero in tutt'altre faccende affaccendata e l'ultimo dei miei pensieri era cosa mangiare per cena, immimarito ha scovato da qualche parte (santo Pinterest!) questa ricettina qui che si è rivelata essere stra-buona (a parte il tubetto di Vigorsol che vi consiglio caldamente di tenere a portata di mano, se non volete uccidere amici e colleghi il giorno dopo..).





POLPETTE DI POLLO GLASSATE IN SALSA AGRODOLCE
(ricetta adattata da JustTaste)
.............................................................


::Ingredienti:: 

per le polpette:
500 g di macinato di pollo 
3 spicchi di aglio tritati molto finemente
3 cucchiai di zenzero grattugiato 
2 cucchiai di cipollotto tritato molto finemente (circa 1 cipollotto)
2 cucchiai di salsa di soia a basso contenuto di sodio
2 fette di pancarrè integrale
latte q.b.
pangrattato q.b.
un pizzico di sale e pepe
olio di sesamo

per la salsa:
125 ml di salsa di soya a basso contenuto di sodio
125 ml di acqua
35 g di zucchero di canna
2 spicchi d'aglio tritati finemente
1 bulbo di lemongrass fresco tritato finemente (io ho usato 1 cucchiaio di lemongrass in pasta che avevo preso in America)
1 cucchiaino e 1/2 di maizena da sciogliere in 2 cucchiaini d'acqua

per decorare: la parte verde del gambo di un cipollotto

Ammollate il pancarrè spezzettato in poco latte, strizzatelo  molto bene e unitelo al macinato di pollo. Aggiungete tutti gli altri ingredienti e regolate la consistenza aggiungendo poco pangrattato (qualche cucchiaio) o della mollica di pane tritata finemente ma non ammollata, fino ad ottenere un composto omogeneo e leggermente appiccicoso ma non troppo duro. Fatelo riposare in frigorifero per circa 30 minuti coperto da pellicola (non è necessario mettere l'uovo perché la carne di pollo è ricca di collagene e le polpette staranno insieme anche se il composto vi sembra morbido). 
Con le mani leggermente umide, formate delle polpettine con circa 1 cucchiaio di macinato e rotolatele bene e a lungo (in questo modo non si romperanno durante la cottura). Non vi preoccupate se vi sembrano morbide e appiccicose, verranno bene! 
Scaldate in una padella ampia 2-3 cucchiai di olio di sesamo e fate rosolare molto bene le polpettine da tutti i lati a fuoco medio, girandole spesso.
In una piccola casseruola, mettete tutti gli ingredienti tranne la maizena e fate cuocere per 5-6 minuti o finché non inizierà ad assumere la consistenza di uno sciroppo.
Sciogliete bene la maizena nell'acqua e unitela alla salsa per addensarla.
Quando inizierà ad addensare leggermente, versatela nella padella con le polpette e fate cuocere per qualche altro minuto facendole insaporire bene (la salsa diventerà ancora più densa in questa fase, avvolgendo bene le polpettine). 
Tritate il gambo del cipollotto ben lavato e asciugato e usatelo per decorare. Servite con del riso Thai semplicemente lessato e condito con pochissimo olio.
Per 4.

19 commenti:

  1. Un marito che bazzica Pinterest non ha prezzo, soprattutto quando scova ricette come questa: salvacena, salvafrigo e certamente deliziosa ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la dura vita dei mariti delle foodblogger.. diciamo che più che altro è stata una necessità! (gli dico sempre che dovrebbe aprire un contro blog con tutti i retroscena... :-)

      Elimina
  2. fantastiche polpettine! mi fanno venire l'acquolina solo a guardarle... e quella salsa deve essere divina! complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, la salsina è pazzesca!
      (e anche le vigorsol il giorno dopo sono abbastanza fondamentali ...)

      Elimina
  3. Mi hai incuriosita tantissimo, il problema è che non ho mai le vigorsol :-D

    RispondiElimina
  4. Eh, ma favolooooseee!!!!
    (devo venire da te a fare un corso su come si fotografano le polpette... Voi ride? A me mettono sempre una certa ansia :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e perché??? io le trovo così tremendamente fotogeniche!

      Elimina
  5. Ma che bravo il maritino, il mio sa a malapena cuocersi un uovo. Sicuro che non avrebbe preparato nulla. Dire che queste polpette hanno un aspetto magnifico è riduttivo. In effetti vedo una certa quantità di aglio e cipolla, ma basta mangiarle in due stretti stretti e si è a posto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diciamo che cucinare gli piaceva anche prima, ora è diventata una questione di sopravvivenza la sua!!

      Elimina
  6. Mi hai ricordato che alla Rinascente tempo fa avevo visto un kit di bacchette bellissime, smaltate bianche e blu, di diverse fantasie, alcune a fiorellini... devo rifarci un salto! Questo è il mio modo per commentare la ricetta e dire che mi piace, persino con allarme alitosi per 48 ore... si era capito, vero? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. apprezzo molto il commento che naturalmente comprendo in pieno :) queste bacchette qui sono giapponesi doc originali da tokyo!

      Elimina
  7. Lemongrass in pasta hai detto?! Sono in America, per cui mi metto subito alla ricerca! Ogni volta in Italia impazzisco per trovare il lemongrass fresco o secco. Almeno così risolvo la questione. Ottima dritta!
    Grazie!

    http://talesfromthefood.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, in genere le trovi in dubetto tipo pomata nel banco frigo reparto verdure, ci sono tubetti di qualsiasi cosa, aglio, cipolla e anche lemongrass :) a roma anche non si trova molto facilmente perciò ne ho presi 2 l'ultima volta, si può anche surgelare in piccole porzioni o nel contenitore del ghiaccio..

      Elimina
    2. (ovviamente intendevo tubetto e non dubetto!)

      Elimina
  8. Sono francese e posso dire che questa ricetta è straordinaria, nel senso che ha un bel gusto, originale ma che è piaciuto a tutti e, soprattutto che il pollo non è secco come accade molto spesso. Non ho messo sale nel composto di pollo perchè la salsa è molto salata. Ricetta adottata. Grazie a lei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Dominique! sono molto contenta che ti sia piaciuta, è una ricetta fantastica e infatti le polpette restano morbide e umide e la salsina le fa mantenere così anche se le mangi il giorno dopo!
      in effetti di sale io ne ho messo proprio un pizzico avendo usato però la salsa di sodia a basso contenuto di sodio che è molto meno salata di quella tradizionale

      Elimina
  9. Mi piacciono molto le tue foto!

    RispondiElimina
  10. Grazie per questa ricetta spaziale :) e per molte altre delle tue creazioni!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...