23 marzo 2016

Cotoletta "alla milanese" al forno e senza glutine

cotoletta
coltello da tavola Opinel

Quella di oggi è una versione se vogliamo leggera della classica cotoletta alla milanese. Non me ne vogliano i puristi della pietra miliare della tradizione culinaria meneghina (me compresa!), so bene che la VERA milanese l'è tutta un'altra roba! Però vi posso garantire che anche questa versione, alleggerita e adatta anche a chi soffre di intolleranza al glutine, è di grandissima soddisfazione, con una crosticina croccante e appetitosa e soprattutto non fritta!
La "panatura" di queste lombatine di vitello, infatti, è a base di quinoa, un vegetale totalmente senza glutine di origine sudamericana che ormai è diventato molto popolare anche da noi. Non è un cereale (anche se viene spesso assimilato a questa categoria alimentare), ma sazia come se lo fosse con un apporto di carboidrati molto più contenuto ed è ricchissima di proteine e altri elementi preziosi alla nostra alimentazione. Io devo ammettere non ne sono una grandissima fan, mangiata così com'è o in insalata la sua consistenza gommosetta non è proprio la mia preferita. Però per un uso "alternativo" (nelle polpette o come in questo in una panatura croccante) la trovo molto sfiziosa e interessante. Nel mio caso ho utilizzato la quinoa che mi è stata cortesemente inviata (insieme a ogni altro bendiddio...!) da Nuova Terra, un'azienda italiana che da oltre 20 seleziona ingredienti (in particolare cereali e semi) tra le migliori colture, con rispetto per la terra ed una particolare attenzione alle materie prime.  
cotoletta nuova terra
piatto piano Nuvola di Argyla in vendita su Dishesonly




rbrbbr
COTOLETTA DI VITELLO AL FORNO IN CROSTA DI QUINOA
.............................................................


::Ingredienti:: 

2 lombatine di vitello con l'osso spesse un paio di centimetri
100 g di quinoa chiara (per me Nuova Terra)
brodo vegetale poco salato
2 cucchiai di parmigiano grattuggiato
un mazzetto di erbe aromatiche fresche (maggiorana, timo, basilico e erba cipollina)
1 uovo
farina di riso
sale, pepe
olio evo

::Procedimento:: 

Misurate la quinoa in un bicchiere graduato e misurate il doppio della quantità di quinoa in brodo vegetale freddo e poco salato.
Sciacquate la quinoa in acqua corrente per circa 5 minuti.
Scolatela e trasferitela in un tegame con un filo d'olio e fate cuocere la quinoa senza niente finché l'acqua del risciacquo non sarà completamente evaporata e fatela tostare per qualche minuto. Coprite con il brodo e portate a bollore. Fate cuocere con un coperchio per 15 minuti a fuoco molto basso. Spegnete e fate riposare per 5 minuti. Trasferite la quinoa in un piatto e lasciatela riposare 5 minuti, quindi sgranatela leggermente con una forchetta. Una volta fredda, trasferitela in una teglia coperta da un foglio di carta forno e allargatela per bene. Passatela in forno preriscaldato a 160°C finché non risulterà ben tostata, mescolandola di tanto in tanto, per circa 25-30 minuti. Togliete dal forno e fate raffreddare completamente. 
Mescolate alla quinoa tostata le erbe aromatiche finemente tritate, il parmigiano grattugiato, sale, pepe e un filo d'olio.
Sbattete l'uovo in un piatto fondo.
Pulite le lombatine, eliminate il grasso e scarnificate 3/4 cm di osso. Passatela bene nella farina di riso ed eliminate quella in eccesso. Passatela quindi nell'uovo sbattuto e successivamente nella quinoa premendo bene per farla aderire alla carne il più possibile. Aumentate la temperatura del forno a 190°C e mettete un nuovo foglio di carta forno sulla teglia. Sistemate le cotolette, irrorate con un filo d'olio e fate cuocere per 15-20 minuti (a seconda dello spessore della carne) girando a metà cottura. Se necessario, accendete il grill per qualche minuto per rendere ancora più croccante la quinoa.
Servite subito con un contorno di fagiolini al burro e qualche fettina di limone.
Per 2.


3 commenti:

  1. La cotoletta alla milanese al forno la trovo una vera genialata e poi dall'aspetto sembra che non abbia proprio nulla da invidiare a quella classica!!Un abbraccio,Imma

    RispondiElimina
  2. Ciao Barbara! Da milanese d'origine ti dico ben vengano varianti alla cotoletta tradizionale! Soprattutto se più leggere come la tua ��.

    RispondiElimina
  3. penso davvero tu sia riuscita a ricreare la vera ricetta anche se allergita e gluten free.invita moltissimo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...