09 dicembre 2015

Un risotto - Milano-Roma sola andata (via Cuneo)

RISOTTO copia
Risotto alla gricia con Castelmagno - cocotte in ghisa smaltata colore "cotton" di Le Creuset

Questa ricetta mi rappresenta particolarmente, in un unico piatto ho messo insieme infatti le mie due anime, i miei due cuori: un risotto, quindi, uno dei miei tanto amati risotti nel quale ritrovo la mia natura milanese, di quella "milanesitudine intrinseca", come la chiamo io, che mi caratterizza e che fa capolino di tanto in tanto e senza alcun preavviso. Non solo in cucina -dove impera l'immancabile aggiunta del pezzetto di burro un po' everywhere- ma anche in alcuni lati del mio carattere, in quelli che forse sono solo ormai più degli stereotipi, ma riconosco nelle mie origini meneghine il mio perfezionismo maniacale, la puntualità, la serietà professionale e uno spiccato senso civico che forse non è nemmeno più tanto milanese, che mi porta a non parcheggiare in doppia fila, nei parcheggi handicappati, a fermarmi al semaforo giallo, a non gettare nemmeno la carta di una caramella in strada (e di conseguenza la mia macchina sembra una discarica ambulante).. Perciò un risotto, dicevamo, MA un risotto "alla romana" ovvero alla Gricia, con il guanciale di Amatrice ben rosolato, che va a braccetto con la mia anima romana, anzi meglio, "romanesca" che rivendico con orgoglio: quella del lato più godereccio della vita, dell'amore per la bellezza, per le chiacchere da mercato e le giornate di sole, della spensieratezza e dell'arte creativa dell'arrangiarsi, che tanto una soluzione si trova sempre
Due tradizioni in un unico piatto, e già che c'ero c'ho messo anche un pit-stop dalle parti di Cuneo (vi ho mai detto che una parte della mia famiglia è piemontese?) e così nel mio risotto alla Gricia, al posto del tradizionale pecorino romano, c'ho messo una generosa dose di Castelmagno D.O.P. del signor Beppino (Occelli), e scusate se è poco.. 
La foto di cui sopra è una di quelle che noi romani definiremmo simpaticamente "una botta di culo", un'unica foto fatta proprio al volo perché... passi il blog, passi l'amore per la condivisione e la documentazione fotografica ma GUAI! e poi guai per una (anche se ex) milanese come me mangiare un risotto scotto o freddo. Uno scatto di quelli "alla come viene viene" e, per fortuna (mi pare), è venuta abbastanza bene... 
3 soli ingredienti per un piatto tutto sommato facile e di umili pretese, ma straordinario nella sua bontà che oserei definire, a questo punto, trasversale!


Il risotto a casa mia, da quando un paio d'anni fa è iniziata questa bella collaborazione con Le Creuset (marchio che non ha certo bisogno di presentazioni..) lo cuciniamo solo nella cocotte e questo oggi mi consente di presentarvi una meravigliosa promozione che Le Creuset Italia offre a tutti i lettori di Pane&Burro: 

Le Creuset (6) (1)
photo credits: Le Creuset


800 regali perfetti per Natale da Le Creuset
Natale è un’occasione magica in cui tutti desideriamo avere intorno le persone che amiamo, amici e parenti. È il momento in cui ci mettiamo in viaggio per tornare a casa, ovunque sia il luogo nel mondo in cui ci troviamo, per riabbracciare la famiglia e riunirci intorno ad una tavola per riscoprire la gioia della condivisione. Qualunque sia la nostra memoria gastronomica e la nostra cultura, da 90 anni Le Creuset è accanto a noi in questo momento speciale, con i suoi valori universali di eccellenza e di rispetto per le tradizioni locali.
Per festeggiare questo Natale, Le Creuset porta direttamente a casa nostra oltre 800 idee regalo perfette per tutti: dalle mini cocotte fino alle casseruole in ghisa smaltata in 15 colori diversi per gli appassionati di cucina, dal mini wok in gres smaltato alla tagine in ghisa per gli amanti di cucina etnica, dalla piccola tortiera fino allo stampo per i cupcake per gli esperti di pasticceria, dal piccolo taglia-capsula fino al rivoluzionario cavatappi in acciaio satinato per i cultori del vino.
E per tutti gli amanti del design e dell’home-decor, centinaia di prodotti dall’inconfondibile stile Le Creuset, anche piccoli pensieri, facilissimi da acquistare sul sito www.lecreuset.it 
Inserendo il codice XMASBLOG si otterrà uno sconto del 15% all’acquisto e in più Le Creuset regalerà la spedizione in 72 ore, qualunque sia l’importo d’acquisto, in tutta Italia. Buon Natale a tutti con Le Creuset! Approfitttene!

E adesso, la ricetta!


RISOTTO ALLA GRICIA con Castelmagno D.O.P.
.............................................................


::Ingredienti:: 

320 g di riso Carnaroli di buona qualità
5-6 fette di guanciale di Amatrice spesse circa 1/2 cm
120-150 g di Castelmagno D.O.P. grattugiato finemente
brodo vegetale
pepe nero macianto al mulinello
sale (pochissimo..)
1/2 bicchiere di vino bianco secco di buona qualità
l'immancabile pezzettino di burro

Portate a bollore il brodo, abbassate la fiamma e mantenetelo in caldo sul fuoco piccolo.
Eliminate, se presente, la cotenna del guanciale e tagliatelo a listarelle sottili.
Mettetelo in una padella senza niente, a freddo, accendete il fuoco e fatelo rosolare finché non sarà diventato bello dorato e croccante. Scolatelo e mettetelo ad asciugare su carta da cucina per eliminare il grasso in eccesso e farlo diventare croccante. Filtrate il grasso rimasto nella padella e mettetene 2 cucchiai nella casseruola dove cuocerete il riso.
Aggiungete il riso e fatelo tostare finché non sarà diventato traslucido e inizierà a fare attrito sul fondo della pentola.
Sfumate con il vino bianco e lasciatelo evaporare finché non avrete alcun sentore di alchol. Iniziate a sfumare il risotto con un mestolo abbondante di brodo bollente per volta, mescolando finché non viene assorbito prima di aggiungerne dell'altro. Aggiungete un pizzico di sale e proseguuite la cottura per 15 minuti. A questo punto, aggiungete una generosa spolverata di pepe macianto al momento e unite il guanciale, tenendone da parte qualche pezzetto per la decorazione finale. A cottura completa (ovvero 17-18 minuti), spegnete il fuoco e unite una noce di burro ben freddo e mescolate per farla sciogliere. Unite il formaggio e fate mantecare mescolando per circa 1 minuto. Servite decorando con i pezzetti di guanciale croccante tenuti da parte e altro pepe, se piace.
Per 4.

2 commenti:

  1. J'adore... Si può dire? Così faccio l'occhiolino alla parte francese di te ;-) E la foto è strabella, non è fortuna ma bravura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. of course! (così ci mettiamo dentro anche il "lato" americano della faccenda..)
      p.s. e grazie :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...