03 settembre 2015

Insalata di cetrioli e feta grigliata

posate KnIndustrie
E allora, quindi, dicevamo.. rischiando di essere un po' banali, però.. il caldo. Ma che caldo ha fatto quest'estate qua? Io che notoriamente sono abbastanza tollerante e di solito non mi lamento mai troppo del caldo, vi assicuro che quest'anno per la prima volta ho rimpianto di non avere un condizionatore a casa.. Non ho mai perso tanti liquidi come questa estate qui, tanto da aver avuto necessità di sospendere per una decina di giorni la palestra e integrare con bibitoni di acqua e bustine di sali minerali, dato che stavo letteralmente evaporando (con conseguenze piuttosto imbarazzanti, tipo crampi ai piedi nel bel mezzo del supermercato che mi costringevano a camminare su e giù senza scarpe cercando di stiracchiare le mie estremità, esibendo per altro una certa nonchalance)... Perciò, a parte tutto quello che ho dovuto cucinare "per lavoro" (tra cui la famosa carbonara di zucchine con le zucchine fritte alle 6 di mattina, unico orario del giorno in cui la temperatura permetteva operazioni simili) ci siamo nutriti quasi esclusivamente di gazpacho, con la ricetta tratta dal mio libro "Che Zuppa!", preparato in dosi massicce e senza soluzione di continuità in due varianti: con uovo sodo a fettine e senza! E veramente, salvo rare eccezioni, davvero poco altro che non fosse mozzarella, prosciutto, melone, tanta frutta, insalate, bruschette e pomodori. Cose fresche, facili, sfiziose e saporite. Anche questa insalatina qui, tutto sommato, rientra nella categoria di piatti estivi a basso impatto cucinereccio, anche se prevede la grigliatura della feta che necessita, pertanto, dell'accensione di un fuoco giusto il tempo necessario a scaldare una griglia antiaderente (oltre all'invasione di un fumo piuttosto denso in tutta casa che 'manco a Londra a novembre, ma in cambio un profumino di formaggio grigliato piuttosto persistente e invitante, non so se mi spiego...).



Quindi, visto che mi pare che le temperature ancora non ci pensino molto a scendere di qualche grado, oggi ve la propongo qui, così magari ve la preparate anche voi per un pranzetto veloce veloce in questi ultimi giorni d'estate.. La non ricetta è presto detta: ungete leggermente un panetto di feta greca (preferibilmente se potete farvela tagliare a misura dal vostro banco gastronomia, fate in modo che sia piuttosto spesso, almeno 3 cm)  con un velo d'olio da entrambi i lati. Scaldate bene bene una griglia o una padella antiaderente e la appoggiate senza toccarla da un lato finché non avrà formato una crosticina spessa e parecchio croccante. Questo formaggio tende a sciogliersi ma non eccessivamente, però comunque sempre formaggio è quindi cercate di girarlo delicatamente ma rapidamente in modo da non lasciare la crosta attaccata alla padella e il formaggio da un'altra parte... Ripetete l'operaziopne dall'altro lato in modo che il panetto risulti grigiato per benino da tutte e due le parti. Appena possibile, tagliatelo a quadratini senza farlo raffreddare troppo. Lavate ben bene due bei cetrioli freschi, senza sbucciarli. Eliminate le estremità e, con un pela patate, tagliateli a nastri sottilissimi nel senso della lunghezza. Conditeli in una ciotla con olio evo, sale, pepe nero, succo di limone, qualche fogliolina di menta e sistemateli in un piatto. Distribuite sulla superficie qualche manciata di pinoli tostati, olvie taggiasche snocciolate e i cubetti di feta grigliata. Ultiamte con altro pepe e qualche fogliolina di menta ancora per decorare. Mangiate subito. E buon week end!


1 commento:

  1. Ciao Barbara! Leggo cucina naturale da diversi anni e ti avevo notata per le tue ricette (ho comprato proprio oggi il nuovo numero). Ma quando mi sono unita al tuo blog, mesi fa, non sapevo che eri tu. Ci tengo a dirti, complimenti per il libro che è appena uscito, per le foto del tuo blog e per le tue ricette. Leggo il tuo blog sempre molto volentieri. Un abbraccio.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...