18 maggio 2015

Blueberry-banana multigrain bread: ancora un cake, l'ultimo [forse..]

blueberry banana multigrain bread
Piattini "Pensieri" di Giovalb in vendita su Dishesonly
Eh già, forse l'ultimo cake da colazione della stagione.. Si perché non so dalle vostre parti, ma qui da noi ieri si sono toccati i 32 gradi.. ragion per cui ho ritenuto improcrastinabile ulteriormente il famigerato cambio di stagione nell'armadio, armata e imbavagliata da una mascherina professionale modello RIS di Padova (qualche problemuccio di allergia alla polvere, ahimè). Perciò è praticamente garantito che in settimana tornerà il brutto tempo, la pioggia, e le temperature scenderanno di almeno 10 gradi.. Lo dico sempre io: è chiaro che Dio non è una donna, altrimenti ci sarebbero state solo due stagioni: estate e inverno. Al 1 giugno, zac! 30 gradi: via i cappotti, via i maglioni di lana e le sciarpe, via i collant e gli stivali. Fuori i sandaletti e gli abitini senza maniche. Vi rendete conto il risparmio di tempo in termini di cambio di vestiti nell'armadio e anche di denaro speso per i cosiddetti "capi da mezza stagione"? Ma poi, esattamente, che cosa sono i capi di mezza stagione?? Fosse per me, via: un passaggio netto dal maglione al bikini, possibilmente in data prestabilita. Sta di fatto che da oggi non andrò vestita come una mezza demente, con un mix improbabile di vestiti invernali ed estivi tirati giù all'occorrenza. Probabilmente sembrerò una demente totale solo in caso di "imprevisto peggioramento delle condizioni meteo" con i miei sandaletti sotto la pioggia, il che vi garantisco è molto probabile, perciò tenete a portata di mano un ombrello... io vi ho avvertito... 


E comunque, dicevamo... nel week end qui da me sembrava di essere a Marrakech il giorno di ferragosto e ho sinceramente pensato che se dovesse continuare su questa china il forno per la torta della settimana non so se lo riaccenderò ancora molte volte.. Perciò intanto beccatevi questo [ennesimo] banana bread.. e abbiate pazienza, non ci posso fare niente ma io per il banana bread ho un certo non so ché.. Vi anticipo che la consistenza di questo banana bread è [esattamente come dovrebbe essere] super moist, come direbbero gli amici d'oltre oceano. Morbidissima e umidissima, si scioglie letteralmente in bocca (e anche in mano se non fate attenzione) complice la presenza oltre a quella delle banane di tutti questi simpatici mirtilli, che ne mantengono ulteriormente l'umidità. Se non lo consumate in un paio di giorni, consiglio di conservarlo in frigorifero e tirarlo fuori qualche ora prima di mangiarlo, per evitare che con queste temperature i mirtilli si inacidiscano. Il mix di farine è dovuto soprattutto ad un momento di repulisti della dispensa (oltre che dell'armadio) però ne è venuto un sapore veramente delizioso quindi se volete io vi consiglio di usare le stesse che ho usato io. Buona settimana a tutti!


NOTA post pubblicazione: ho notato che dopo qualche giorno questo cake diventa veramente eccessivamente morbido, perciò a seconda di quante persone lo consumeranno, e di conseguenza di quanti giorni potrebbe durarvi, suggerisco di diminuire leggermente la quantità di farina di avena e di mais a favore di una maggior quantità di farina 00 per dare maggiore consistenza al cake. Ad esempio, 210 g di farina 00, 70 di avena e 60 di mais.



BANANA BREAD AI MIRTILLI E MULTI CEREALI
.............................................................


::Ingredienti:: 

3 banane molto mature
180 g di zucchero integrale di canna + altro per spolverare
2 uova
75 g di yogurt magro
180 g di farina 00 
80 g di farina di avena
80 g di farina di mais finissima (per dolci)
100 g di olio di semi di mais
1 bustina e 1/2 di lievito
circa 200 g di mirtilli freschi


Montate le uova con lo zucchero con una frusta elettrica (o planetaria con frusta a foglia) finché non saranno soffici e spumose. Schiacciate le banane con una forchetta in un piatto e unitele al composto, mescolando bene.
Mescolate le farine e il lievito e unitete circa la metà all'impasto, sempre mescolando. Unite lo yogurt e proseguite con il resto delle farine. Aggiungete infine l'olio e lavorate per qualche altro minuto finché il composto non sarà ben amalgamato. Infarinate leggermente circa i 2/3 dei mirtilli, scuoteteli in un colapasta per eliminare quella in eccesso e versateli nell'impasto. Mescolate delicatamente con una spatola e versate l'impasto in uno stampo da plum cake grande (riempitelo per i 2/3, se vi dovesse avanzare del composto, fateci dei muffin che però dovranno cuocere solo 25 minuti). Distribuite i mirtilli rimasti sulla superficie e spolverate con dello zucchero di canna, che cuocendo formerà una deliziosa crosticina croccante. Infornate in forno già caldo a 180° C per circa 30 minuti, poi abbassate a 160° e proseguite per altri 20-25 minuti o finché non risulterà cotto alla prova stecchino. Appena possibile, quando il dolce sarà appena tiepido, toglietelo dallo stampo ed eliminate la carta forno facendolo finire di raffreddare su una griglia.

7 commenti:

  1. No, non me di' che s'è spezzata la tavoletta bianca...!?
    (ha un aspetto deliZioso)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi si è spaccato un vecchio tagliere Ikea verniciato ma proprio proprio giusto giusto a misura di plum cake... :-*

      Elimina
  2. Noo e adesso?la colazione del lunedì?chi pensa?Forza Toselli, proponi subito un'alternativa che altrimenti ci resto male!quanto al cake con mirtilli stavo pensando… io ci ho giusto due more di gelso tu che dici???;-)

    RispondiElimina
  3. E chi ha detto che siamo stufi di cakes? Fosse per me, accenderei il forno a tutte le ore e in tutte le stagioni... che dici, è grave? ;-)

    RispondiElimina
  4. oh, il banana bread! Questo post non potevamo perdercelo! Questa è la torta per cui adiamo matte, alla quale non so rinunciare: semplice, rustica, meravigliosa per le nostre colazioni. e pensare che, da piccola, alla sola idea del banana bread storcevo il naso (senza farlo vedere a mamma, che altrimenti ci sarebbe rimasta male, lei che era così contenta di prepararmi questo dolce). Da un po' di tempo a questa parte, invece, è diventata una dolce ossessione: ne abbiamo preparati così tanti da collezionarli, e la nostra lista di nuovi banana bread da provare si allunga sempre di più.
    ps: oh, non smettere con questi cake, che qui non bastano mai! (noi qui si sono toccati i 40°C, ma finché si può il forno lo si accende imperterrite, per lo meno per infornare il pane...)

    RispondiElimina
  5. ben vengano questi cake perchè li adoro e li trovo perfetti per una colazione super ricca e abbondante

    RispondiElimina
  6. mamma mia è davvero favoloso io me lo mangerai anche col caldo a 40 gradi!!!!!
    buona settimana cara

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...