29 settembre 2014

L'omelette soufflé con i funghi "segreti" del mio papà

mani 680
Queste sono le mani che mi hanno accolta quando sono venuta al mondo ed ero poco più che una ranocchietta, le mani che hanno stretto le mie, piccole, per così tanti anni, che mi hanno delicatamente accompagnato e poi lasciato andare per la mia strada, mentre mi affacciavo alla vita. Mani che hanno accarezzato le mie spalle quando ero giù, che mi hanno consolato tante volte, anche quando sbagliavo, mani che ho visto nella mia vita riparare qualsiasi cosa in casa nostra (e anche in quelle degli altri, a dirla tutta), e che emozione era, ed è ancora oggi, vederle muovere così delicatamente, con piccoli movimenti lenti e precisi sistemare quel piccolo circuito, staccare quel cavetto o sistemare quel fusibile fino a sentire quelle parole magiche “e ora vediamo se funziona”.. E ve lo posso garantire.. funziona sempre! Queste sono le mani che hanno spinto la mia bicicletta la prima volta che ho tolto le rotelle, che mi tenevano a galla, in acqua, finché non ho iniziato a nuotare da sola come un cagnolino, ancor prima che iniziassi a camminare.

Queste sono le mani che amo.

Quelle del mio papà.

E questi sono i funghi “segreti” che lui ha raccolto per me nel suo “posto segreto”.


25 settembre 2014

Speedy dinner: insalata di quinoa e avocado

quinoa salad680
Piatto fondo della collezione "Nuvola" di Argyla in vendita su Dishesonly




Succede sempre: quando arriva nella cassetta della posta l'ultimo numero di Donna Hay per almeno 15 minuti non ci sono per nessuno.. Mi siedo sul divano, scarto la busta di plastica trasparente in cui è accuratamente avvolto e inizio a sfogliarlo. Il rito prevede una prima lettura veloce, durante la quale in pratica guardo solo le immagini, completamente rapita dalla impeccabile perfezione delle fotografie, dello styling, dell'inarrivabile magia degli allestimenti. Dopo questa prima fase di totale inebetimento, inizio a sfogliare con più attenzione, guardando meglio le ricette proposte e cercando nuove ispirazioni. Mi armo di mini post-it e inizio a segnare quelle che più mi attirano e che mi riprometto di cucinare (in genere i miei numeri di Donna Hay magazine sono pieni zeppi di post it, roba che mai nella vita riuscirò a cucinare tutto quello che vorrei..). Questa volta il passo dallo sfoglio alla cucina è stato veramente brevissimo, in pratica quando ho visto quest'insalata di quinoa ho pensato che avevo praticamente tutti gli ingredienti in casa, anzi, pure qualcuno in più del necessario. Uova e avocado raramente mancano nel mio frigorifero, e così, nel giro di una ventina di minuti, la nostra cena era pronta: un'insalta di quinoa davvero sfiziosissima, fresca, leggera ma arricchita da tante verdurine croccanti, dalla nota cremosa e nutriente dell'avocado e dal gusto avvolgente dell'uovo in camicia. Il tutto ravvivato da una sfiziosissima salsina allo yogurt con il suo tocco acidulo e morbido. Che ve lo dico a fare.. buonissima! Ve la ripropongo così, pari pari come si trova sull'ultimo meraviglioso numero di Donan Hay Magazine, nel mio caso ho solo aggiunto la rucola e i ravanelli rispetto alla versione originale.


22 settembre 2014

Sperlonga, il mare e le linguine al polpo

cover680
"... sento il mare dentro a una conchiglia.. estate, l'eternità è un battito di ciglia.."
Estate - Jovanotti

Non serve andare tanto lontano per sentirsi in vacanza, un'oretta e mezza di macchina, una bella giornata di settembe, con il sole ancora caldo ma l'aria leggermente fresca, un piccolo paese tutto bianco con il suo dedalo di vicoletti che si snoda, all'ombra, in discesa verso il mare.. un ristorantino con una vista spettacolare su tutta la baia e sui pendii che dolcemente scendono verso un mare sorprendentemente cristallino, turchese e calmo.. e tutto quel bianco, e tutto quel blu del cielo e del mare, che sembra di stare su un'isoletta greca e invece siamo a due passi da casa: la nostra micro vacanza di un giorno l'abbiamo trascorsa a Sperlonga, un vero gioiello della costa laziale che avevo visitato una sola volta moltissimi anni fa e che ho riscoperto con piacere. E mi piace l'idea di accogliere questo primo lunedì d'autunno con l'ultimo ricordo di una domenica d'estate, poggiando l'orecchio a una conchiglia per sentire ancora il rumore del mare, con quelche immagine di tutto quel bianco e blu di quel giorno, cercando di tenermela stretta ancora un po' quest'estate che, come ogni anno, faccio fatica a lasciar andare via. E, in fondo in fondo, c'è anche una ricetta, col mare dentro e intorno al piatto, un primo piatto di quelli facili e sorprendentemente buoni nella loro semplicità. Questa estate, in cui le vacanze le abbiamo contate in ore più che in giorni, la voglio salutare così. Buon autunno a tutti voi!


18 settembre 2014

Spaghettoni con alici e finocchietto selvatico

spaghetti alici e finocchietto680
Piatto decorato linea "Foglia" di Atelier 13, in vendita su Dishesonly
Quest'estate è stata, anche, la riconciliazione con alcuni alimenti che in genere non amo moltissimo, come è stato con il baccalà con i beignet golosi della scorsa settimana. Così è stato anche con le alici. Le alici mi piacciono moltissimo marinate, tipo queste qui, e (ça va sans dire) fritte dorate in qualsiasi modo. Oppure dissalate sott'olio (ecco quelle si che mi piacciono veramente molto). In altre preparazioni invece faccio un po' fatica, in genere questi pesciolini una volta cotti tendono a diventare piuttosto asciuttini e questo me li fa apprezzare meno che in altre preparazioni o rispetto ad altri tipi di pesce. Invece, vi devo dire, che questi spaghetti qui, amorevolmente cucinati da "immimarito", mi ci hanno fatto fare "quasi" pace. Insomma, diciamo che li ho mangiati di gusto e molto volentieri, anche se devo ammettere che non li inserirei proprio nella mia top ten dei piatti a base di pesce, sui quali svettano imprescindibilmente gli spaghetti alle vongole.. In particolare quello che mi è piaciuto di più di quesi spaghetti è stato l'insieme dei profumi e la consistenza cremosa che le alici, quasi completamente disfatte nell'intingolo, avevano assunto. Il tutto perfettamente bilanciato dalla nota agrumata del limone e dal croccante del pane abbrustolito. Oh, che vi devo dire.. erano buoni! 


15 settembre 2014

Una domenica di fine estate

BANCONE copia
"..Sunday morning, praise the dawning
it's just a restless feeling, by my side.."
[Velvet Underground]

Le ultime domeniche di settembre.. mi mettono addosso una certa malinconia, quella legata all'estate che si avvia lentamente alla sua conclusione, ma sono in fondo quelle che preferisco, quando ci regalano giornate di sole ancora alto e caldo, che si mescola all'aria un po' più fresca e frizzantina, soprattutto al mattino e dopo il tramonto. La spiaggia semi vuota, il mare di un blu sorprendente e cristallino anche qui, a due passi da casa.. la sera inzia ormai a far troppo fresco, ahimé, per poterci concedere ancora qualche cena "al fresco" a lume di candela, così la terrazza ce la godiamo ancora un po' durante il giorno, e anche se in questo periodo i fiori cominciano ad essere sempre più radi ci regala ancora momenti di ineguagliabile rilassatezza. 

quartetto terrazzo
je suis sur la terrasse


Questa domenica, a casa Pane&Burro, è ricominciata ufficialmente la stagione delle torte, abitudine che tendo ad abbandonare nei mesi estivi un po' per via delle temperature e la poca voglia di accendere il forno, un po' perché i nostri sabati estivi tendono ad essere sempre meno casalinghi di quelli invernali. Invece questo fine settimana avevo proprio voglia di infornare un buon dolce per la colazione della domenica, una di quelle torte "da credenza" come ho letto una volta dall'amica blogger Marina, termine al quale mi sono immediatamente e irrimediabilmente affezionata. Volevo una di quelle torte soffici, che si sciolgono in bocca morso dopo morso, ma meno "carica" di una quattro quarti, della quale però ricercavo la consistenza.. Ho trovato la soluzione, girovagando in rete, prendendo idee di qua e di là in questa torta al mascarpone, che ha una consistenza molto simile alla quattro quarti ma risulta decisamente meno burrosa al palato. Semplicemente deliziosa per una colazione casalinga di fine estate..

fette copia
mirtilli680


.

12 settembre 2014

Il ritorno dell'aperi-terapia: beignet di baccalà

bignet di baccalà680
Insomma, era da un po' che qui sul blog mancava l'appuntamento con l'ape-ricetta del venerdì o sbaglio? Rimediamo subito, e chiedo venia se anche oggi (dopo il post di lunedì) vi faccio friggere ancora un po'.. il fatto è che queste frittelline qui, che sono veramente un attentato alla linea perché davvero una tira l'altra, mi hanno in qualche modo fatto fare "pace" con il baccalà, che non è che sia proprio tra i miei cibi preferiti anzi, diciamolo pure, non mi piace davvero mica tanto.. Però, per il sano e vecchio principio che "anche una suola di scarpe, se fritta, è buona" mi sembra ovvio che il baccalà non possa proprio fare eccezione. E infatti, le frittelline di cui sopra sono piaciute molto anche a me.. sarà per le spezie e gli aromi che in un certo senso aiutano a cammuffare un po' il gusto forte del baccalà, sarà per la peccaminosa maionese al lime, aglio e coriandolo che le accompagnava insomma... io le ho trovate davvero buone e sfiziose, perfette per un aperitivo da fine settimana. 
E buon week end a tutti!

10 settembre 2014

ME-LO-NI-TO... il mojito senza [troppi] sensi di colpa..

melonito copia
Più o meno funziona così: decidete di prepararvi qualcosa di fresco, sano, dissetante in una calda giornata d'estate, spaccate a metà un meloncino francesino così dolce e profumato e succoso, bello fresco, sbucciate un paio di lime (che nel mio frigo non mancano praticamente mai..), tagliate tutto a pezzetti per farci un bel frullato, aggiungendo un paio di cucchiai di zucchero di canna e una bella manciata di cubetti di ghiaccio.. e già siete lì, mentre scavate il centro del melone col cucchiaio per eliminare i semi, che vi pregustate con la mente tanta dissetante frescosità che l'occhio vi casca su quella piantina di menta che ha, in poco tempo, invaso la fioriera. E da lì a trasformare un sano frullato in un sorprendente aperitivo è un attimo.. basta aggiungere una bella mancaiata di foglioline di menta fresca e una più o meno generosa spruzzata di rhum bianco ed eccolo qui, il vostro cocktail leggermente alcolico dell'estate, da bere, più o meno, senza troppi sensi di colpa. In fondo, era nato come un semplice frullato! Più che una ricetta, un'idea e ve l'ho già snocciolata praticamente già, per le dosi andate un po' a occhio e a vostro gusto, mettete tutto in un grande frullatore e via. Buono, fresco, dissetante e allegro. Perfetto per cercare di fermare ancora qualche attimo di questa estate che si sta lentamente concludendo. 

melone lime copia

08 settembre 2014

Mc. Donald's, tu m'hai provocato...

nuggets 680
Lo scorso fine settimana abbiamo messo in pratica una di quelle idee fisse che mi giravano nella testa da un po', ovvero quella di preparare in casa i Chicken Nuggets come quelli che piacciono tanto ai ragazzini e che si comprano in quasi tutti i fast food. Ecco proprio quelli, fritti dorati e apparentemente deliziosi al palato degli under 14, salvo poi essere preparati con ingredienti non meglio identificati (e sicuramente ci sarà anche del pollo, ma vai a sapere di che qualità). Insommma la sfida era di riuscire a riprodurre i famigerati in casa e così, dopo aver gironozolato in rete, siamo giunti a questo primo esperimento che, devo dire, ha raccolto i favori soprattutto da parte della metà "teen" della famigliastra, veri estimatori dei Chicken Nuggets dell'abominevole uomo del fast food d'oltre oceano. 
Che poi non è che io sia propriamente una "talebana" della cucina sana, non mi si può certamente definire una fanatica del cibo-naturale-biologico-sano-autoprodotto a tutti i costi.. Anzi, il mio motto "per scacciare le amarezze fatti un piatto di schifezze" della mia adolescenza viene di tanto in tanto riproposto ancora oggi.. insomma, la food-schifezza attira spesso anche me, ma ho alcuni limiti che non riesco a superare e uno di questi inizia per Mc. e finisce per Donald's.. proprio e 'un gliela fo'... se devo mangiarmi un bell'hamburger con salse, bacon, formaggio e cipolla accompagnato da un bel piatto di patatine croccanti e salatine non lo disdegno affatto, anzi! ma che sia un hamburger fatto come si deve, cotto al momento, da almeno 150 g di carne buona e succulenta, caldo, con il formaggio buono e filante, il bacon di qualità, il pane giusto.. insomma, paradossalmente sono più esigente sulla "schifezza" che su tutto il resto, forse nel tentativo di autoconvinzione che in fin dei conti tanto schifezza non è...


05 settembre 2014

A proposito di cose buone e belle...

polpettine 680
fondina della collezione Aquarello di Potomak, in vendita su DishesOnly

Venghino signori venghino che oggi ho da presentarvi una ricettina dall'ispirazione orientale ma soprattutto una nuova meravigliosa collaborazione che, personalmente, sono molto fiera di poter vantare su questo mio piccolo spazio.. Come ormai saprete, se frequentate questo blog, le cose belle mi garbano parecchio (a chi no, dopo tutto..) perciò quando il destino (e non sto qui a raccontarvi come, vi basti sapere che il mondo è veramente molto piccolo!) mi ha fatto incontrare Anna Laura e il suo nuovissimo progetto di e-commerce DishesOnly, la scintilla è scattata immediatamente. D'altra parte, come non potevo restare incantata davanti alla meravigliosa collezione e raffinata selezione di prodotti proposta sul sito?


01 settembre 2014

Ahi settembre... che sarà..

INSALATA DI POLPO 680
Il primo di settembre, non so perché, mi viene sempre di canticchiare una canzone a tema.. In genere è "September Morning" di Neil Diamond (scusate il momento romantico-melodico-sdolcinato), ma quest'anno invece mi sono svegliata con in testa le parole di un pezzo che porta il nome di questo mese di un cantautore milanese che si chiama Alberto Fortis... E così canticchiando sulle note di "lascio tutto a te, dille del mio amore, dille che se può, io saprò aspettare, l'accompagnerò, dentro il mio giardino, sempre la terrò, da vicino.. sempre, sempre.." siamo arrivati al mio "capodanno biologico" ovvero il primo di settembre. 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...