31 marzo 2014

Insalata di patate con pesto di coriandolo

cover


Non so da voi come funziona, ma a casa nostra il contorno viene preso molto sul serio. Sarà perché mia mamma ci ha abituati fin da piccoli a consumare verdure in quantità, ogni giorno in tavola non ricordo meno di almeno 3 tipi di contorni diversi tra cui scegliere. Insomma per me non è proprio concepibile pensare a un pasto senza ALMENO un contorno. E se non ho almeno un paio di verdure da cucinare a portata di mano, ho l'impressione di non avere niente da mangiare. Per cambiare un po' sono sempre alla ricerca di nuove idee e proposte sfiziose, che mica penserete che due foglie di insalata appena condite possano essere considerate un contorno dalle nostre parti, eh! Questa volta mi sono fatta ispirare (anzi letteralmente catturare) da una ricetta ritrovata sfogliando un vecchio numero di Donna Hay magazine, ovvero un'insalata di patate novelle condita con un pesto al coriandolo davvero buonissimo. Ve lo consiglio assolutamente, sia per condire l'insalata di patate che per la pasta, davvero profumatissimo. A dare un tocco di colore ma anche di sapore, delle mini foglioline di shiso, un'erba dal meraviglioso colore viola intenso e dal sapore che ricorda vagamente quello del cumino, che naturalemente abbinato al coriandolo ci sta benissimo. Se non trovate le foglie di shiso, potete aggiungere una spolverata di semi di cumino tostati. La ricetta ve la ripropongo pari pari e tradotta come quella pubblicata.


28 marzo 2014

Spaghetti aglio, olio e peperoncino con calamari e fiori di zucca

cover
Che voglia d'estate.. voi no? Voglia delle prime giornate al mare, con la pelle ancora pallida e la prima tintarella che ti arrossa un po' gli zigomi e ti fa uscire le prime lentiggini, voglia di vacanza, di ombrelloni, di cappelli di paglia da indossare sotto al sole per poter leggere un po', di libri e parole crociate da risolvere con la matita e la musica nelle cuffiette. Di passeggiate in bicicletta con la borsa di paglia nel cestino e le ciabattine ai piedi ancora sporchi di sabbia. Di merende a base di ghiaccioli e fette di anguria. Non vedo l'ora che arrivi l'estate, la mia stagione del cuore, quella in cui ritrovo la me che preferisco, abbronzata, rilassata, sorridente. Non vedo l'ora che torni quella me.. Così, nell'attesa che tornino temperature più consone ad una camiciola di lino bianco, inganno il tempo pensando ricette dal sapore e dal colore tipicamente estivo. Come questa pasta qui, improvvisata per far fuori qualche ingrediente avanzato, ma buona e fresca e saporita.. insomma, provatela anche voi e l'estate non vi sembrerà più così lontana...


27 marzo 2014

Su Cucina Naturale di aprile..

CN1403@copertina_OK_28Febb

In edicola trovate già il numro di aprile del mensile Cucina Naturale dove, come ogni mese, potete leggere le mie ricette nella rubrica Cucina Veloce. Questo mese, da pagina 46, tante ricette vegan fresche e un po' speziate. La bella sorpresa è che per questo numero è stata scelta la mia foto per la copertina, quella dell'insalata croccante con tofu grigliato e salsa al sesamo, che vedete qui sopra :-)

24 marzo 2014

Lassi Tropicana

lassi tropicale

Buongiorno! Vi anticipo che questa per me sarà una settimana un po' impegnativa su altri fronti perciò intanto cominciamo con sprint, ma per i prossimi giorni non garantisco la mia costante presenza sul blog.. abbiate pazienza! Ricettina super fast di ispirazione spudoratamente Donna Hay-iana soprattutto per quanto riguarda la presentazione, si tratta di un lassi dal gusto spiccatamente tropicale: ananas, mango, banana e frutto della passione. Da bere a colazione, allo spuntino di metà mattina o al pomeriggio. Buono fresco e nutriente, che volete di più? Non c'è bisogno di scrivere la ricetta tanto è facile: sbucciate mezzo ananas maturo, un mango maturo e una banana. Aggiungete circa 150 ml di yogurt bianco magro, qualche cubetto di ghiaccio e una bella cucchiaiata di miele. Frullate fino ad ottenere un risultato morbido e setoso, piuttosto denso (potete aggiungere altro yogurt a piacere se preferite). Aprire a metà 4 frutti della passione e raccogliere la polpa con un cucchiaino da aggiungere alla fine sul lassi già frullato. Mescolare e servire. Buona settimana a tutti.  

19 marzo 2014

Una Pissaladière per il mio papà







E dunque, visto che oggi è il 19 marzo ovvero la festa del papà, io ho deciso di festeggiarlo così, dedicandogli una delle sue ricette preferite, ovvero la Pissaladière. Della passione smodata del mio papà per le cipolle ne avevo già accennato tempo fa in questo post, e questa ricetta ovviamente non fa eccezione. L'amore incondizionato che mi lega al mio papà non c'è bisogno di raccontarlo qui, perché ho la fortuna di viverlo e poterglielo dimostrare ogni giorno. Il mio papà rappresenta per me un modello, forse irragiungibile: una persona amata e apprezzata da tutti quelli che lo conoscono, ha fatto dell'altruismo, della gentilezza e dell'onestà il suo biglietto da visita. Ammiro ed aspiro a raggiungere la sua filosofia di vita, fondata sull'ottimismo, sull'allegria, sul godere semplicemente di ciò che la vita ti offre, ogni giorno, senza rimpiangere ciò che si è perduto e ciò che non si può avere. Essere felici godendo appieno di tutto ciò che abbiamo, non è forse questa la formula della felicità? 


17 marzo 2014

Il ramen de' noantri

ramen

Non sono una grande esperta di cucina giapponese, anche se a casa posseggo diversi libri sull'argomento, per lo più in inglese (maledetto amazon, hai colpito un'altra volta..). Diciamo che la mia "cultura" gastronomica di questo paese, oltre al sushi che amo molto, si basa sui cartoni animati giapponesi che guardavo da bambina. Ve li ricordate i dolcetti dorayaki di cui andava ghiotto il gatto Doraemon? Oppure gli onigiri che tutti i protagonisti bambini si portavano nella schishetta della merenda per la scuola? E come non ricordare il ristorante di okonomiyaki del mitico Marrabbio? Ma quello che in assoluto mi è rimasto più impresso dell'iconografia cartoonistica giapponese (oddio, ma di cosa sto parlando?) è il ramen, quelle ciotole fumanti di spaghetti in brodo che tutti i protagonisti dei cartoni mangiavano con le bacchette tirandole su con un sonoro risucchio... 


14 marzo 2014

Tortilla chips y salsa de tomatillos


"..Messico e nuvole, 
la faccia triste dell'America 
e il vento suona la sua armonica 
che voglia di piangere ho.." [Enzo Jannacci]








La domanda nasce spontanea: cosa sono i tomatillos? Sono una varietà di pomodori, originari del Messico, che crescono all'interno di una specie di "camicia" formata da foglie sottili, che ricorda molto quella che avvolge gli alchechengi. Il sapore è molto simile a quello di un normale pomodoro verde, ma hanno una nota leggermente più acidula che ne aumenta la freschezza. In genere si utilizzano per salse sia crude che cotte, in questo caso io ci ho fatto molto semplicemente una "salsa" fresca e piccantina dove intingere delle chips di tortilla, un abbinamento ideale per accompagnare una birra fresca, magari messicana. Dove si trovano i tomatillos? Davvero non saprei, io me li sono portati in valigia quando sono tornata dagli Stati Uniti un paio di settimane fa, e lì si possono acquistare più o meno in qualsiasi supermercato (dove esiste una enorme varietà di cibo sudamericano e etnico). Qua in Italia non li avevo mai visti, nemmeno al mercato etnico della mia città dove si trovano prevalentemente ingredienti e cibi freschi più tipici della cultura asiatica. Se, come è probabile, non riuscirete a trovarli, potete sostituirli con dei normali pomodori verdi e magari abbondare un po' di più con il succo di lime per aumentare leggermente l'acidità della salsa. Buon aperitivo e buon fine settimana!


12 marzo 2014

Sul numero di marzo di Cucina Naturale in edicola: prezzemolo, mai visto così!


Sul numero di marzo di Cucina Naturale, attualmente in edicola, come ogni mese potete trovare la mia rubrica di Cucina Veloce. Questo mese il prezzemolo sale alla ribalta e passa da un ruolo poco più che decorativo a vero e proprio protagonista delle ricette di questo mese. Curiosi? Basta andare in edicola! Da pagina 30 trovate le mie ricette e foto, come queste fettuccine al pesto di prezzemolo e noci. Buonissime.. anzi... buoniZZime!

10 marzo 2014

Ora o mai più v2.0

Mi sono resa conto che succede sempre, più o meno in questo periodo. Un giorno, quando ormai avevi quasi perso le speranze, dopo un inverno piovoso e grigio come non mai, all'improvviso ti accorgi che i prati sono pieni di margheritine, che sui rami secchi dei viali alberati iniziano a spuntare le prime foglioline, di quel verde chiaro che sa di qualcosa di tenero e fragile, nuovo e un po' incerto. Percorrendo la stessa strada ogni giorno per andare al lavoro, una mattina succede che ti accorgi che quell'albero che fino a ieri sembrava aver perso vita si è riempito di fiorellini bianchi. La primavera a Roma fa sempre così: ti sorprende quando meno te l'aspetti. E una domenica mattina ti ritrovi a passeggiare per le vie del centro indossando solo un maglioncino, e sedendoti a prendere un aperitivo seduta a un tavolino al sole quasi quasi ti penti di non aver indossato una camicia di cotone, invece, tanto è caldo. Questa primavera mi fa bene e mi inquieta un po' al tempo stesso, mai come oggi mi fa sentire come una di quelle piccole foglioline verdi che spuntano sui rami secchi degli alberi dopo un inverno come questo, con una gran voglia di rinascita e insieme così fragili e delicate che basta un giorno di vento, o una giornata un po' più fredda del previsto, a farle volare via. 


07 marzo 2014

Peperoncini dolci ripieni da aperitivo


Francamente non capisco proprio come sia possibile che io nella mia vita non sia ancora mai stata in Spagna. Ci credete? Roba da matti.. la patria dello stuzzichino da aperitivo e io non ci ho ancora mai messo piede? Eppure è proprio così.. perciò, sognando di passeggiare lungo las Ramblas di Barcelona, facendo sosta ai tavolini all'aperto di un tapas bar, bevendo cerveza fresca e piluccando una dozzina di stuzzichini, l'idea aperitvo di oggi sono degli sfiziosissimi peperoni dolci formato mignon ripieni di formaggio, pancetta affumicata e erba cipollina. Potete pensare a qualcosa di più goloso di così?

05 marzo 2014

Se questa è un'insalata..

cover
Come forse si sarà capito, io per le insalate ho una vera e propria passione. Però non sono una che si accontanta di una qualsiasi insalata, l'insalata cari miei è una cosa seria.
Mica basta tirar fuori da una busta di cellophane (orrore!) quattro foglie di lattuga un po' ammosciate e condirle con olio, aceto e sale. Per me l'insalata è un vero e proprio piatto, da nobilitare con condimenti e accostamenti particolari, che come gli altri piatti necessita di una ricetta, a volte anche un filino elaborata come questa. Però io vi posso garantire che quest'insalatina qui è veramente una delle più buone e sfiziose mai mangiate (si vabbè, lo dico praticamente ogni volta.. ma stavolta dovete proprio provarla!).


03 marzo 2014

Nella vita ci vuole sempre un "piano B". E questa torta lo è.

Questa torta nel resto del mondo si chiama "quattro-quarti".
A casa nostra si chiama "Torta Piano-B". Come per molte altre ricette, abbiamo dato un nostro nick-name anche alla più classica e rassicurante di tutte le torte. Perché non esiste altro dolce al mondo capace di darti una sensazione di certezza come la torta quattro quarti. Non vi serve la ricetta, basta pesare le uova e misurare lo stesso quantitativo di burro, zucchero e farina. Aggiungete il vostro aroma preferito (vaniglia, scorza d'arancia, o di limone -come nel mio caso-) e una bustina di lievito. Il gioco è fatto. Potete star certi che ovunque siate, in qualunque momento della vostra vita, qualsiasi sia il vostro stato d'animo, questa torta vi rimetterà in linea con l'universo intero, parola mia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...