18 giugno 2014

Gamberi al lime, aglio e coriandolo

garlic shrimps
Praticamente la ricetta di oggi poteva finire già al titolo di questo post. Non si può davvero nemmeno definire propriamente una ricetta, più che altro un'idea per cucinare i gamberi in un modo un pochino diverso da come siete abituati. Una variante dei classici "garlic shrimps" presenti praticamente su qualsiasi menu di qualsiasi "seafood restuarant" americano, non so come mai qui da noi i gamberi cucinati in questo modo non siano molto comuni, eppure sono così facili da preparare e saporitissimi. Innanzitutto l'ingrediente principale (che ve lo dico a fare) di questa ricetta sono i gamberi, nel senso che devono essere belli, grossi, freschi, cicciotti. Vanno benissimo (anzi!) anche quelli rossi, se non fosse che sono così cari che alla fine è un peccato non utilizzarli interi, magari per condirci una linguina sciuè sciuè, o crudi in una tartare o in un carpaccio. Diciamo gamberoni rosa comuni vanno benissimo. Dovete pulirli eliminando la testa (che potete usare per farci una zuppa oppure un sugo ai gamberi scappati di cui magari vi parlerò un'altra volta..) e il carapace, cercando di conservare solo la codina integra, così saranno più belli da vedere e più facili da mangiare. Poi con un coltellino affilato praticate una leggera incisione lungo il dorso del gambero ed eliminate il budellino all'interno. Una volta puliti tutti i gamberi in questo modo (diciamo 16 per 2 persone), li condite con 2 spicchi d'aglio, tritati o affettati a seconda di quanto forte preferite sentire il gusto dell'aglio, un bel mazzetto di coriandolo fresco tritato finemente, una generosa grattugiata di scorza di lime e una bella spruzzata del suo succo, un filo d'olio, sale, pepe rosa e un pizzico di peperoncino tritato. Li lasciate marinare coperti da un foglio di pellicola in frigorifero per 45 minuti. Scaldate in una padella una noce di burro (si, burro! con i gamberi ho scoperto che ci sta divinamente) li scolate leggermente dalla marinatura e li fate rosolare per qualche minuto da entrambi i lati, finché non avranno cambiato colore. Un ultimo tocco di coriandolo tritato e via. Perfetti da piluccare con un aperitivo, magari accompagnati da una salsina a base di pomodoro leggermente piccante. Ve l'avevo detto, no? Facile facile.. 

5 commenti:

  1. Buoni, buoni. Mi piace il profumo dl lime, trovo stia divinamente con molti tipi di pesce. Trovo difficile invece recuperare il coriandolo fresco, forse dovrei decidermi a coltivarlo, ma la mia propensione ad uccidere qualsiasi cosa io metta in un vaso mi sta facendo desistere da un bel po'. buona giornata, Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti non è sempre facile trovare il coriandolo fresco, io lo trovo abbastanza spesso da un vivaio in particolare dalle mie parti e quando lo trovo ne prendo sempre 3-4 piantine che poi travaso e coltivo in terrazza. In ogni caso, come alternativa, puoi usare del comune prezzemolo (magari di quello a foglie piccole e tenere che ha un gusto un po' meno forte di quello a foglie grandi) e aggiungere del coriandolo in semi macinato (in questo caso ti consiglio di macinarlo al momento, quello già macinato in bustina è molto meno saporito). non è proprio la stessa cosa ma il gusto si avvicina abbastanza a quello fresco. per coltivarlo in vaso basta far germogliare i semi di coriandolo che si trovano al supermercato (che sono quelli che producono i fiori del coriandolo). fammi sapere!

      Elimina
  2. veloci, semplici, essenziali.. ma pazzescamente buoni e perfetti in questa stagione! ho tutto.. compresi degli ottimi gamberoni in freezer, congelati freschissimi.. farò al più presto questa ricettina! buonissima e meravigliose le foto

    RispondiElimina
  3. Buonissima e facilissima. Peccato anche per me sia un problema avere il coriandolo fresco, soprattutto alla luce del mio simpatico pollice nero...

    RispondiElimina
  4. Si sente il profumo di mare fin qui...deliziosi, assolutamente da provare!
    Ciao, Tatiana

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...