23 maggio 2014

Ape-ricetta del venerdì: sardine in crosta croccante alle erbe

sardine fritte
Ma che roba, signori miei.. qua è un bel po' che non si tira fuori la ricetta da aperitivo del venerdì! Non che a casa nostra la buona e sana abitudine del sacrosanto aperitivo del venerdì sera sia andata perduta (anzi.. tutt'altro! diciamo che, ultimamente, è un po' un eterno aperitivo dalle mie parti..) ma mi rendo conto che è effettivamente ho bucato l'appuntamento già da qualche settimana. Rimedio subito con una ricetta per uno stuzzichino davvero molto invitante, croccante e godurioso. 
Istruzioni per l'uso: preparare in abbondanza e servire caldo con vino bianco ghiacciato. E buon week end!


sardinesE buon week end! 
SARDINE IN CROSTA

20 sardine fresche
8 fette di pane in cassetta fresco (senza crosta)
2 cucchiai di erbe aromatiche fresche tritate finemente (maggiorana, origano, erba cipollina) 
sale, pepe
50 g di parmgiano reggiano grattugiato
olio e.v.o.
1 uovo
farina q.b.

Pulite le sardine, eliminate la testa, la lisca e apritele a farfalla tenentole unite per il dorso e con la codina intatta. (oppure fatevele pulire dal vostro pescivendolo di fiducia, io raramente trovo le sardine pulite, più facilmente le alici ma qui ci vogliono proprio le sardine!). Sciacquatele e tamponatele con carta assorbente.
Tritate in un frullatore la mollica di pane con le erbe aromatiche, il formaggio, sale e pepe fino ad ottenere delle briciole non troppo grandi.
In una ciotola, sbattete l'uovo e conditelo con un pizzico di sale.
Passate ciascuna sardina prima nella farina da entrambi i lati, poi nell'uovo solo dalla parte della pancia e, sempre solo dalla parte della pancia, nel mix di briciole croccanti. Scaldate 2 dita di olio in una padella e fate cuocere le sardine prima dalla parte della panatura aromatica finché non sarà diventata bella dorata e croccante, per qualche minuto, poi dall'altro lato giusto per un minuto. Scolatele su carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso e servite subito.
Per 4.

p.s. se dovesse avanzarvi della panatura, potete conservarla tranquillamente in freezer dentro un sacchetto per alimenti in plastica. Tiratela fuori qualche minuto prima di riutilizzarla (sarà pronta in pochi minuti).

8 commenti:

  1. Un crunchy cosi va preso immediatamente in considerazione...ed oggi vado subito a comprarmi il pesce fresco (in zona nostra...you know where? ;-) Buon weekend amica mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso di si! parliamo di un negozietto piccino picciò in una stradina qui dietro dove non penseresti mai di trovare una pescheria (con un pesce pescato freschissimo, per altro?)

      Elimina
    2. non ti posso nascondere niente! :-)

      Elimina
  2. Ah...e la sardina con la codina in su...spettacolare!!!! Forma una "c" per crunchy, (come se sapesse gia' il suo destino) :-))))

    RispondiElimina
  3. non dovevi..... e adesso?
    dico, adesso mi tocca proprio andare a cercar sardine!
    :)

    RispondiElimina
  4. A me la foto della ciotolina con le sardine fresche fa sognare il prossimo aperitivo...!

    RispondiElimina
  5. Bella! Anche noi abbiamo il rito dell'aperitivo casalingo, anche se non è un appuntamento fisso. Ti rubo l'idea .)

    RispondiElimina
  6. io l'ho perso, come rito, sia l'aperitivo sia la frittura. Infatti mi do sui nervi da sola. Potrei rompere il ghiaccio con questa tua...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...