23 dicembre 2013

Pasticcini al salmone e aneto

pasticcini al salmone copia

Ormai ci siamo, Natale è davvero arrivato. Mancano solo due giorni e domani è già la vigilia. Non avete ancora idea di cosa preparare? Io, naturalmente, non posso non presentarmi con un suggerimento per un antipastino da servire insieme all'aperitivo (:-) anche questa volta, anzi se fosse per me farei volentieri a cambio tra il cenone della vigilia e un ricco aperitivo.. Se vi piace l'idea, vi ricordo che sull'ultimo numero di Season Mag c'è, per l'appunto, a pagina 52-53, un mio servizio dedicato al brunch di Natale dove poter trarre spunto per moltissime idee che possono andar bene anche come antipasto o stuzzichino da aperitivo per questi giorni di festa, come questi pasticcini al salmone, chiccosissimi da presemtare, buoni da mangiare e veramente facili da realizzare.



20 dicembre 2013

Le mini quiche ai porri e gorgonzola per l'aperitivo prenatalizio!

cover

Questi sono giorni di preparativi, di menu da decidere, di pranzi da preparare, di valigie da fare, di corse all'ultimo regalino. Ma sono anche giorni di piccole feste con gli amici per scambiarsi gli auguri perché, se è pur vero che il Natale si tende a festeggiarlo ognuno con i propri familiari, a me onestamente piace sempre organizzare un'occasione con gli amici più stretti, per scambiarsi un pensierino e gli auguri e condividere un momento di festa anche con loro. Naturalmente, più che mai in questo periodo, la formula che preferisco è in genere quella dell'aperitivo, magari un aperitivo un po' più ricco di stuzzichini così non si esagera troppo con il cibo (in previsione delle mangiate abbondanti dei prossimi giorni). Anche se quest'anno la nostra festa prenatalizia sarà più un mini pranzo di Natale, con tanto di tacchino farcito e panettone, visto che quest'anno il pranzo di Natale non sarà a casa nostra come negli ultimi anni (e che io potevo per un anno saltare la tradizione del tacchino??). Se anche voi amate organizzare un piccolo aperitivo prenatalizio con gli amici, di idee per preparare tanti stuzzichini e finger food su questo blog non ne mancano di certo. Alla lista voglio aggiungere anche queste mini quiche, che sono una vera e propria goduria in formato mono porzione, con un ripieno morbido e golosissimo che si scioglie in bocca. In più, come è d'obbligo in questo periodo, si preparano veramente in pochissimo tempo e potete anche prepararle in anticipo pronte da cuocere all'ultimo momento. 
Buon fine settimana!


18 dicembre 2013

Coq au vin {blanc}

fondo blu
Ebbene, siamo a una settimana di Natale ma qui ancora non se ne respira per nulla l'atmosfera.. lo so, avete ragione.. In effetti quest'anno anche in casa nostra l'atmosfera natalizia si è presentata in grande ritardo (ho fatto l'albero solo ieri e ho detto tutto) e questo mi diapiace un po' perché, come ho già detto in precedenza, decorare la casa per le feste è sempre stata una mia passione. Comunque, colpa di un dicembre particolarmente frenetico su mille fronti, quest'anno è andata così, ma stiamo velocemente recuperando! E sebbene mi fossi ripromessa di postare ricette dallo spirito natalizio in questi gironi, non sono sicura di riuscire a farlo (ma tanto non penso proprio che in rete vi manchi la possibilità di reperirne sul tema!), anche se quella di oggi (ad esempio) potrebbe essere una meravigliosa alternativa per il pranzo del giorno di Natale, perfetto da servire con un purè di patate soffice e godurioso oppure su una polentina morbida appena condita con un pezzetto di burro e parmigiano. 


16 dicembre 2013

As simple as that

egg toast
Una delle domande che mi viene rivolta più di frequente da chi conosce la mia passione per la cucina e il mio lavoro sul blog e altrove è: "ma come ti vengono tutte queste idee? io non so mai cosa cucinare!". La verità è che, essendo la cucina una passione che coltivo praticamente da sempre, ho una abbastanza ricca collezione di libri sull'argomento, oltre ad essere abbonata o acquistare regolarmente riviste di cucina sia italiane che straniere. Poi ci sono le ispirazioni che nascono dall'idea dell'accostamento di alcuni sapori, oppure di consistenze, e in quel caso si parte prima dagli ingredienti pensando a come combinarli in una o più ricette. Poi ci sono le rivisitazioni dei piatti classici, ricette consociute sotto una certa forma e riproposte in una veste nuova, insolita, diversa. Poi ci sono le ricette di famiglia, la mia ma anche quelle degli altri che, conoscendo la tua passione, in genere sono felici di condividere i loro piccoli "segreti" domestici..


13 dicembre 2013

SOS Aperitivo - mandorle salate aromatizzate

mandorle cover
Questa è veramente la ricetta da ultima spiaggia dell'aperitivo rimediato all'ultimo momento. Se proprio non avete nient'altro da mettere sotto i denti al momento dell'happy hour, la frutta secca che immancabilmente giace abbandonata in qualche sacchetto della vostra dispensa, debitamente tostata e insaporita, è sempre una risorsa efficace. Nella fattispecie, a me piacciono da matti le mandorle tostate e salate. Ci vogliono appena 10 minuti a prepararle e sono buonissime. A casa nostra difficilmente mancano. Questa volta mi sono voluta divertire ad aromatizzarle in modo diverso, un po' come con questi pop corn di un po' di tempo fa (altra soluzione last minute da tenere presente..). Ovviamente questi sono solo alcuni spunti che ho realizzato con quello che avevo in casa, ma potete veramente sbizzarrirvi e aromatizzare le vostre mandorle salate (ma potete anche usare altra frutta secca come nocciole, anacardi e arachidi, anche mescolate) come più vi piace. Queste mandorle si conservano a lungo in un barattolo (preferibilmente di vetro) ben chiuso, sempre che ne avanzino perché una tira l'altra...

11 dicembre 2013

Lenticchie al coriandolo e carote con pancetta affumicata

cover
Le lenticchie sono tra tutti i legumi quelle che mi stanno più simpatiche. Forse perché sono anche le più facili da cucinare, visto che -a differenza di fagioli e ceci, ad esempio- non necessitano di essere messe a bagno la sera avanti. Perciò se ti viene una voglia irrefrenabile di lenticchie, o se qualche amica blogger te la fa venire pubblicando ricettine di comfort food che vorresti mangiartene una ciotola all'istante, l'unico presupposto è, ovviamente, che tu abbia delle lenticchie in casa e tempo un'oretta e mezza/due ecco lì il tuo piatto di lenticchie bello che pronto (provate a togliervi la voglia improvvisa di pasta e ceci.. come minimo dovete aspettare 24 ore...). Che poi non ho ben capito perché alla fine ci si ricordi delle lenticchie solo a Capodanno. A me le lenticchie piacciono tutto l'anno, perfino in estate magari semplicemente dentro una fresca insalata con tante verdurine croccanti. E comunque, siccome come dicevamo mi è venuta questa grandissma e improvvisa voglia di lenticchie, lo scorso week end le ho cucinate in uno dei modi che preferisco: stufate, in umido, con tante carote, piccantine e soprattutto speziate come piacciono a me. Questa volta ho pure voluto aggiungere un tocco di golosità, visto che avevo giusto da finire un ultimo pezzetto di pancetta affumicata, quindi l'ho tagliata a striscioline e fatta abbrustolire in forno, aggiunta solo alla fine quasi come una decorazione. Ottima idea!


09 dicembre 2013

Smoothie cachi & vaniglia

frullato cachi e vaniglia
Il frutto del cachi (o loto, o come lo volete chiamare) in genere divide: c'è chi lo ama e chi lo odia. Io faccio parte della prima categoria, ovviamente, altrimenti oggi qui c'era un'altra ricetta. Però mi piace il cachi "classico", quello morbido, delicato, con la buccia sottile sottile, quello che inevitabilmente finisce che ti sporchi le mani quando lo mangi, anche se lo mangi con un cucchiaino, quello è capace di spatasciarsi ovunque. Non amo particolarmente l'altra varietà, quella soda che si potrebbe mangiare a morsi, quella del "cachi mela" (?) o "cachi vaniglia" che si trova spesso al mercato, in grosse ceste tutti accatastati l'uno sull'altro.. No, no.. a me piace il cachi delicato, morbido, che come lo guardi si ammacca, quello che ti sistemano a quattro a quattro nella confezioncina ben protetta che son più delicati delle uova. E mi piace tutto il rituale, tirarlo fuori dal frigorifero (perché a me il cachi mi piace che sia bello freddino, come quando lo si raccoglie dall'albero), tirare delicatamente il grosso il picciolo, sistemare il frutto su un piattino, tagliarlo a metà nel senso della lunghezza e scavarlo con un cucchiaino, che tanto il cachi deve necessariamente essere mangiato ben maturo quando è bello morbido, con la consistenza simile a una marmellata, un po' vischioso.. Insomma, il cachi mi garba... parecchio! L'abbinamento con la vaniglia, però, visto che ne esiste addirittura una varietà, mi incuriosiva e così ho pensato bene di infilare tutto nel frullatore, aggiungere un'idea di latte giusto per rendere il tutto più setoso e via. Buonissimo. Oggi iniziamo così la settimana, con qualcosa di fresco e nutriente. Che a casa Pane&Burro ancora non siamo propriamente entrati nel mood natalizio...


06 dicembre 2013

APERI-time del venerdì: Spritz al quadrato

spritz al quadrato
Lo scorso sabato si è svolta la seconda edizione della Parmigiano Reggiano Night e io sono stata gentilmente invitata a partecipare. Si tratta, in poche parole, di una cena dove ognuno porta qualcosa, un po' come succede nella realtà quando si invitano tanti amici a casa. Con l'unica differenza che a questa cena "virtuale" ognuno partecipava da casa propria, preparando e condividendo sui vari social netword la propria ricetta. Ovviamente l'ingrediente obbligatorio di ciascun piatto era il parmigiano, con un occhio anche ai principi dello Smart Cooking sostenuti ormai da tempo da Parmigiano Reggiano. Ci si poteva ispirare a una delle ricette proposte da grandi chef oppure proporne una propria. Naturalmente la sottoscritta con cosa poteva presentarsi se non uno stuzzichino per l'aperitivo? Sarà mica un caso che nella mia "tag cloud" qui di fianco le voci "aperitivo" e "antipasto" siano quelle più in evidenza? E siccome era da un po' che mi frullava in testa questa cosa dello spritz salato da abbinare ad uno Spritz da bere, da cui lo Spritz al quadrato (eh lo so, è una brutta malattia..) quale migliore occasione per sperimentare se non questa simpatica iniziativa? 

05 dicembre 2013

In edicola, su Cucina Naturale di dicembre

crostatine 2
Eccomi qui per ricordarvi che, anche questo mese, mi potete trovare su Cucina Naturale nel numero di dicembre attualmente in edicola. Numero speciale extra ricco, con tantissime idee per le prossime feste. E infatti troverete ben 2 miei servizi: la tradizionale rubrica di Cucina Veloce, questo mese a pagina 60, con idee facilmente realizzabili per dolcetti natalizi a base di frutta secca, come le crostatine di farro con frutta secca, uvetta e pinoli della foto. In più, nella sezione Speciale Natale, trovate un altro mio servizio a pagina 68 con qualche idea per regalini golosi da realizzare anche all'ultimo momento. Ci vediamo in edicola! 

04 dicembre 2013

Puntarelle con salsa tiepida di alici e aglio

puntarelle
Ogni volta che, in questo periodo dell'anno, compaiono sui banchi del mercato le "puntarelle" mi chiedo sempre se, al di fuori di Roma o del Lazio, qualcuno sappia cosa sono. Ve lo chiedo anche a voi non romani: sapete cosa sono le puntarelle? Le avete mai mangiate? 


03 dicembre 2013

Season Mag - il magazine che mancava (e ora c'è!)

cover
Quando ho sfogliato online il "Numero Zero" di Season Mag per me è stata una vera folgorazione. Di riviste online di cucina e lifestyle se ne sono viste molte negli ultimi tempi, alcune anche fatte piuttosto bene, altre meno, alcune hanno purtroppo avuto vita breve, in effetti non è facile, considerando che è un lavoro decisamente impegnativo e soprattutto quasi esclusivamente basato sul contributo volontario dei collaboratori, e non è sempre semplice conciliare il lavoro quotidiano, il blog (che la maggior parte di chi collabora a queste iniziative ha) e la vita di ogni giorno. Personalmente ho trovato fino ad ora solo due progetti di questo genere che mi hanno veramente conquistata, Sweet Paul Magazine, che seguo dal primissimo numero, di cui ho sempre apprezzato non solo la ricchezza e l'affidabilità dei contenuti, ma anche la qualità delle immagini e la cura della grafica e di ogni dettaglio, e il progetto australiano Fête, con il suo tocco delicato, etereo, femminile, che ora ha ormai preso il via e pubblica solo su carta stampata. In effetti fin dal suo Numero Zero, il progetto Season Mag prometteva davvero molto bene, come ho scritto poi alle ragazze della redazione, mi è subito sembrato un prodotto da "eccellenza internazionale", un'innegabile cura fin nei minimi dettagli degli splendidi allestimenti, delle ricette, delle decorazioni, delle fotografie, una fonte ricchissima di idee interessanti e facili da realizzare, il tutto assemblato con una grafica professionale e di grande effetto. Insomma, in poche parole amore a prima vista. Perciò, quando ho letto che cercavano collaboratori per il prossimo numero in uscita, quello della stagione invernale, e soprattutto sul tema del Bianco Natale, non ho potuto fare a meno di propormi! Così è nata la mia collaborazione al nuovo numero, appena uscito, di questo straordinario progetto (attualmente) tutto al femminile, e non lo dico perché ci sono anche io in questo numero, vi basterà collegarvi al link e sfogliare la rivista per concordare con me che, fino ad oggi, in Italia un magazine online come questo non si era mai visto. E ora c'è!
apertura
Il tema di questo mese era, come ho detto, il Bianco e il Natale (e più in generale tutte le Feste di questo periodo) e il mio contributo, nella sezione food, è un servizio dedicato al brunch di Natale con tantissime ricette per antipasti e finger food facilissime da realizzare (con un minimo di organizzazione) e un'idea per l'allestimento di un buffet tutto in bianco, elegante e funzionale. Non mi resta che augurarmi di poter collaborare ancora con questa squadra eccezionale in futuro e a voi non resta che sfogliare Season Mag cliccando qui. Season Mag è anche su Twitter  e su Facebook, cliccate qui e apponete numerosi il vostro Mi Piace! 
Buona lettura.
  

02 dicembre 2013

Un'amica che profuma di biscotti

Profumo di biscotti-0

Quando ho pensato di scrivere la recensione del libro “Profumo di biscotti” di Rossella, conosciuta nel mondo dei foodblogger come “Vaniglia, storie di cucina” la prima cosa che mi sono chiesta è stata: sarò in grado di essere obiettiva? Perché, come molti di voi sanno, io e Rossella siamo legate non solo dalla passione per la cucina e da quella per la fotografia, ma soprattutto da quella che con il tempo si è trasformata in una grande, profonda e importante amicizia. Lo dicevo un po’ di tempo fa: l’amicizia, come l’amore, non ha tempo, né età. Quando la vita ti porta ad incontrare un’anima affine e tu hai la prontezza di riconoscerla, un’amicizia può nascere davvero in qualsiasi circostanza e ovunque. Basta lasciare aperta quella finestra, basta lasciare che le probabilità e le opportunità entrino a far svolazzare le tende nella tua vita ogni tanto, perché una nuova amicizia è come un regalo inatteso, e il più delle volte arriva proprio quando ne avevi più bisogno.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...