29 maggio 2013

Primavera: missing

insalata con i fiori alto
Non vorrei cadere nel luogo comune che "non ci sono più le mezze stagioni, signora mia", ma... qualcuno ha notizie della primavera? Qualcuno l'ha vista? No, perché qui a Roma, fino ad oggi: primavera non pervenuta. Missing. Nessuna traccia. Piove un giorno si e l'altro pure e le temperature sembrano più adatte al mese di marzo piuttosto che quelle di (quasi) giugno, No dico, qualcuna di voi è riuscita a mettere i sandali almeno due giorni consecutivi? Io no. E state certi che, tempo una settimana dieci giorni arriverà l'estate tutta in una volta, e la primavera ce la  saremo giocata anche quest'anno. Ve lo dico. Perciò, se  ancora non siete riusciti a passare una domenica sdraiati su un praticello fiorito sotto un albero a leggere un buon libro, sfiorati dall'aria tiepida e profumata di primavera, fate come me: consolatevi con questa insalataina giusto per ricordarci che, almeno in tavola, è ancora primavera... insomma, come ho letto qualche giorno fa in un twit, "Maledetta primavera, io una certa fretta ora ce l'avrei..."

Qualche settimana fa sono incappata in questi meravigliosi fiori eduli, o edibili... insomma.. roba che potete mangiare tranquillamente senza finire al pronto soccorso. Per prima cosa ci ho fatto questa insalatina semplice semplice, fantasticando su almeno altre due o tre ricette da sperimentare nei giorni successivi... Eh niente, per ora vi dovete accontentare di questa insalatina. In pratica è successo che ho scoperto che questi fiorellini, una volta estratti dalla confezione in atmosfera protetta nella quale vengono conservati, vanno praticamente consumati all'istante, al massimo, ma proprio al massimo (buttandone via comunque almeno un terzo), il giorno dopo perché, anche se conservati amorevolmente a modino in frigorifero, appassiscono a vista d'occhio.. Quindi, per altre ricette che sono rimaste sulla mia lista degli appunti, toccherà attendere il prossimo fortunato acquisto. Per ora, vi dovete accontentare di questa insalata con fragole, avocado e fiori di pansè. 
insalata scheda ricetta

17 commenti:

  1. Ecco dove era finita la primavera, nel tuo piatto!
    Altro che sandali, io sto ancora andando in giro con i maglioncini di lana.. Alla fine ho fatto bene a non completare tutto il cambio armadio!
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai fatto BENISSIMO!! io non ho procrastinato abbastanza quest'anno, per fortuna mi ero tenuta fuori giusto due golf per precauzione..

      Elimina
  2. ti basti: stamani apro gli occhi, guardo fuori, sento la pioggia, sento il vento.
    freddo, ancora.
    e io detesto il caldo perchè mi si abbassa la pressione.
    guardo il gatto accovacciato sotto la coperta.
    mi rigiro nel letto pensando: no, io oggi non mi alzo.
    :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ps: era un "come ti capisco"....
      ciao Barbarella

      Elimina
    2. io "oggi non mi alzo" lo penso tutti i giorni, sai?? ma proprio tutti tutti ultimamente.. purtroppo, poi, però mi devo alzare per forza.. ci fosse almeno un raggio di sole a rasserenare la giornata,,, qui si sono davvero contati sulle dita di una mano, ultimamente..
      buona giornata bella mia!

      Elimina
  3. via guarda io ho ricomprato le tisane...
    confido nel potere esorcizzante della tua insalata. mi raccomando eh!!!
    bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io la sera ho ricominciato con le minestre!
      va bene aver saltato a piè pari la primavera, ma... addavenì l'estate, no?

      Elimina
  4. Ecco, speriamo che arrivi l'estate. che senno' al mare, tra 10 giorni, invece che l'ombrellone e il telo mi tocca portare coperta e ombrello!!
    La tua insalata è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che per allora non dovresti avere problemi... dicono che dall'8 giugno piomberemo praticamente nel clima di agosto direttamente senza passare dal via =:-O

      Elimina
  5. Ma che meraviglia! Io avrei qualche problema a mangiarla... ma solo per non rovinare un quadro tanto bello.
    Complimenti, splendide foto e splendida ricetta!
    baci

    www.lacasasullascogliera.net

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Eli, certamente è un piatto da fare per stupire gli ospiti!

      Elimina
  6. Finalmente, ecco le violette! Le aspettavo! :-)
    Questo tempo ha stancato davvero, più sa di novembre e più mi viene voglia di mangiare fiori e riempire i piatti di colore... queste foto migliorano l'umore, ci tornerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, eccole qui! dai dai che ormai tra un po' dovrebbe migliorare 'sto tempo.. (euhm.. anche se il mio iphone per domani prevede temporale.. :-(

      Elimina
  7. Che bello!Non ho mai mangiato fiori in insalata e la cosa mi incuriosisce non poco!Chiederò a mio marito di regalarmi un mazzolino e per premio glieli metto nel piatto invece che in vaso ;-) un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. va detto che, oltre all'aspetto estetico, questi fiori non è che abbiano un grandissimo sapore.. hanno una consistenza croccantina, cosa che in un'insalata come questa non si percepisce percé è tutto piuttosto croccantino.. diciamo che non sono proprio l'ingrediente principale ma sono taaaanto bellini da vedere!

      Elimina
  8. Laura ATTENZIONE!!!
    1) non tutti i fiori sono edibili (o eduli che dir si voglia), nel senso che non tutti i fiori sono commestibili, ne esistono alcuini che addirittura sono TOSSICI!!!
    2) anche se sono dei fiori teoricamente commestibili, tipo le pansé in questione, non è che uno se ne va tranquillamente al vivaio dietro l'angolo se ne compra una piantina e se li magna... devono provenire da coltivazioni certificate che producono fiori commestibili, e che quindi non devono essere sottoposti a pesticidi e coltivati in ambienti protetti....
    MI RACCOMANDO NON VORREI AVERE TE O TUO MARITO SULLA COSCIENZA!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...