25 marzo 2013

Una stagione piena di novità!

orzotto 680
Quando ho deciso di aprire Pane&Burro l'ho pensato come a un'appendice di me, volevo che fosse uno spazio tutto mio dove poter esprimere in totale libertà la mia creatività attraverso ricette, foto, idee che mi somigliassero al 100%. Proprio per questo c'è voluto un po' prima che nascesse, è stato in cantiere per molto tempo, ha cambiato veste, colore, grafica, perfino il nome almeno un paio di volte fino a riuscire a realizzare l'idea che avevo in mente, qualcosa in grado di rappresentarmi e in cui riuscire a identificarmi. L'ho sempre pensato un po' come la mia stanza dei giochi, il mio rifugio, una libera espressione di me e non ho mai escluso a priori la possibilità di un'eventuale collaborazione, ma in fondo ho sempre pensato che difficilmente, per i motivi di cui sopra, ci sarebbe stato spazio per qualcosa che non fosse per me totalmente rappresentativa del mio gusto personale, del mio modo di vivere e di pensare, perché tutto quello che vedete qui, dai piatti agli accessori, dagli ingredienti alle ricette è esattamente quello che scelgo per me, per la nostra casa, per la tavola nella vita di tutti i giorni, prodotti che amo senza filtri né vincoli contrattuali.
orzotto diagonale alto
Anche quando ho incontrato i prodotti di KnIndustrie è stato amore a prima vista: in poche parole, se io fossi una pentola sarei una pentola KN. Essenziali, ma al tempo stesso funzionali e pratiche, dal design semplice, lineare, pulito e senza fronzoli, talmente belle da poter essere portate in tavola come fossero degli eleganti piatti da portata. Perciò, quando ti ritrovi di fronte a te stessa formato pentola (a chi di voi non è capitato almeno una volta nella vita :-) non puoi che sognare di collaborare con un'azienda così che, come se non bastasse, è anche italiana al 100%. Tutto ciò per dirvi che da oggi KnIndustrie apre le porte al mondo dei food blog, e mi rende particolarmente orgogliosa che per questa collaborazione abbiano scelto, in esclusiva, proprio Pane&Burro, collaborazione che vedrà ulteriori sviluppi su entrambi i fronti. Cucinare con le pentole e gli accessori KN mi fa sentire davvero come Alice nel Paese delle Meraviglie e, da oggi, ogni tanto, vi farò conoscere alcuni dei magnifici prodotti di questa elegante azienda. Come la stupenda pentola utilizzata per la ricetta di oggi: orzotto con verdure primaverili, erbe aromatiche, scaglie di grana e prosciutto croccante. Una ricetta che è un augurio per una primavera che, come ogni anno, si fa desiderare a lungo, un po' come una bella donna capricciosa... Una ricetta, come tutte quelle di questa settimana, che potrebbe andare benissimo per un pranzo di Pasqua un po' fuori dagli schemi, con ingredienti che richiamano la tradizione ma rivisitati, un po' alla Pane&Burro.. a modo mio, insomma!
duo orzotto

ORZOTTO DI PRIMAVERA
280 g di orzo perlato,
6 piccole zucchine romanesche 
8 asparagi
200 g di piselli freschi sgranati
5-6 rametti di maggiorana fresca
qualche foglia di menta fresca
4 fette di prosciutto crudo di Parma
burro, olio, sale, pepe
1 cucchiaio di mascarpone (facoltativo)
grana grattugiato e a scaglie
brodo vegetale

Lavate e spuntate le zucchine, tagliate la buccia con poca polpa attaccata e tagliatele a dadini piccoli. Fatele saltare in padella con un filo d'olio, sale e un pizzico di pepe per qualche minuto, senza farle rosolare, e tenete da parte.
Sbucciate con un pela patate gli asparagi. Tagliate via le punte e tagliate i gambi a rondelle. Fate sbollentare le punte nel brodo vegetale per pochi minuti, e fate saltare le rondelle in una padella con un filo d'olio, sale pepe e un mestolino di brodo vegetale, finché non saranno quasi cotti. 
Tritate finemente la parte bianca del cipollotto (conservate i gambi) e fatela stufare con una noce di burro in un tegame. Aggiungete l'orzo e fatelo tostare per qualche minuto. Aggiungete i piselli e proseguite la cottura come per un normale risotto, aggiungendo brodo bollente un mestolo alla volta finché non viene assorbito. Proseguite per 25 minuti circa, aggiungendo a metà cottura le verdure precedentemente saltate in padella. A fine cottura, mantecate con un pezzetto di burro, il marcarpone e del grana grattugiato. Unite le erbe aromatiche fresche tritate e decorate con le punte d'asparago lasciate intere e divise in due per la lunghezza. A parte, in una padella dal fondo antiaderente, fate asciugare le fette di prosciutto da entrambi i lati finché non saranno diventate belle croccanti, e fatele raffreddare su una gratella. Decorate l'orzotto con scaglie di grana e le fettine di prosciutto croccante intere o sbriciolate.
Per 4.

nella foto: pentola WhitePot-KnIndustrie

stampa ricetta butt

26 commenti:

  1. Un mondo di bellezza, a partire dalla collaborazione e via proseguendo. Ma sulla scia dei link che hai indicato, decisamente diventa : ma quanto sei bella tu, Barbara? Di più.
    Baci, piovosi oggi ohio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Reb, troppa grazia! la foto è di un fotografo eccezionale, cui va gran parte del merito della buona riuscita..
      anche qui oggi piove, ma 'sta primavera??? mannagg...
      buona giornata e grazie, penso di essere diventata rossa come un pomodoro!

      Elimina
  2. che meraviglia di pentole, in linea perfetta con l'eleganza di queste pagine **
    la ricetta chiama proprio primavera, e speriamo che anche qui in quel di Londra arrivi presto (sta nevicando, ndr). Verde speranza...:)
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma si ho sentito che laggiù c'è un clima natalizio più che pasquale... e però, quando arriva, la primavera a Londra... che meraviglia!
      speriamo che non si faccia attendere ancora per troppo tempo, allora!
      buona settimana Valeria!

      Elimina
  3. E' vero! Sei essenziale e pratica!!!!! E anche bella, fuori e dentro (aggiungo io perchè tu sei anche modesta e non lo diresti mai!)! Bella coppia siete, tu e KN! ;) Bravabravabrava!!!!! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero ross? essenziale e pratica tipo... "dove la buttiamo 'sta carta?" "dammi, che la metto in borsa poi la butto dopo..." hahahah
      (sul resto non commento perché mi fai arrossire... e anche un po' arrostire visto i tuoi ultimi esperimenti carnivori!)
      a prestissimissimo, mia cara amica

      Elimina
  4. l'orzotto è meraviglioso...e che dire delle pentole?! Sono senza parole......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Simo, sono contenta che ti piacciano i prodotti KNI e sono contenta di poter contribuire a farli conoscere, per me è stato un vero colpo di fulmine!

      Elimina
  5. Ciao, rubo solo qualche minuto per presentarti il mio nuovo contest...viaggio nel gusto...ricco premio in palio, un viaggio a Budapest!
    Ti aspetto, se ti va!
    http://squisitocooking.blogspot.it/
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. bella bella bella. belle. tu, la ricetta e quella pentola che ti rispecchia tanto. Sarà che attraverso il tuo blog (con le ricette)e le tue foto ti ho sempre immaginata delicata, elegante, un po' minimalista, luminosa e.. pratica.
    Ognuno c' ha la padella che si merita insomma :O) ed io non posso lamentarmi se giusto due settimane fa sono tornata a casa con 3 pignatte vecchie e pure un po' arruginite...
    buon inizio Barbara!! arriverà la primavera prima o poi, arriverà.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non ci credo nemmeno un po' che tu "somigli" a delle pignatte vecchie... proprio no!
      ANZI!!!
      grazie come sempre delle parole di incoraggiamento, baci!

      Elimina
  7. sei talmente brava che di collaborazione te ne meriteresti tante altre! ;-) buonissimo il tuo orzotto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Chiara, come sempre gentilissima!
      orzotto: provare per credere (va benissimo anche con il riso volendo)
      a presto, B.

      Elimina
  8. Intanto complimenti per la collaborazione! E poi anche per questa ricetta, che sa di primavera ad ogni boccone!
    Buon pomeriggio! ^_^

    RispondiElimina
  9. Complimenti! Mai stoviglie furono più azzeccate per collaborare con un blog!
    Pulite, essenziali, minimal, chic e anche pratiche... (le ho addocchiate in un negozietto, prima o poi mi lancio nell'acquisto) passare da questo blog è sempre un piacere e da quando conosco il tuo viso ancora di più :)
    Mille cose positive ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Marina, sei carinissima comme toujours!
      E io non so perché non ti avevo ancora aggiunta nel mio blogroll? possibile??
      provvedo subito! ci si "vede" anche su IG!

      Elimina
  10. Punto uno:
    La prima parte del post la capisco benissimo. E' esattamente quello che ho pensato quando ho deciso di far vedere a tutti la mia cucina e soprattutto la persona che c'è dietro ai fornelli. Ed è bello così, mostrarsi per quello che si è, in assoluta trasparenza. E ci tengo a dirti che quello che sto vedendo qui, nelle tue pagine chiare e luminose, mi piace molto.

    Punto due:
    Prima di leggere che fossero vere pentole, solo guardando le foto, mi sono domandata quale diavoleria avessi inventato questa volta... tipo mollettone di legno oppure pinza, gamba del tavolo segata... :-) E invece, scopro che si tratta di una linea con tanto di nome e fattore estetico molto, molto elevato! Vado subito a curiosare... :-)

    Punto tre:
    La parola "orzotto" mi è sempre piaciuta. Mi sa di paffuto.
    :-)


    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Francesca!
      ora, vabbè che di diavolerie pro foto se ne può inventare sempre una.. ma in effetti non sarei mai stata capace di "accroccare" qualcosa di così perfetto! oppure, nel caso, avrei sbagliato mestiere!
      a presto cara
      b.

      Elimina
  11. nooo...il mascarpone non può essere mai facoltativo! :)
    baci cara, che belle le novità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale tu mi fai veramente morire dal ridere!! in effetti, hai ragione!!!
      E poi ce ne vuole giusto un cucchiaino, tanto per dare un po' di cremosità... cosa vuoi che sia confronto al mezzo chilo che va nel tiramisu?
      baci!
      b.

      Elimina
  12. braverrima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    ma tanto tanto tanto.
    e si, si azzeccano proprio con te :)
    un abbraccio
    ps: grazie
    b

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 ma sono io che ringrazio te Babs!
      grazie come sempre per il tuo sostegno, apprezzo davvero molto..
      a presto,
      b

      Elimina
  13. Non ti conosco dal vero ma questo spazio rappresenta alla perfezione una persona semplice, pulita, piena di idee e precisa nella loro realizzazione e presentazione. Mi piace, mi piace come ci rispecchiano questi blog, come parlano di noi in ogni minimo dettaglio. E mi piace tanto quest'orzo, sa di prati verdi, di cielo terso con le nuvole spumose bianche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Celeste, hai proprio ragione.. anche a me piace questa nuova forma di espressione che sono i blog, dicono davvero così tanto delle persone che ci sono dietro che un po' sembra di conoscerci davvero. io dei moltissimi blog che seguo in pochissimi casi conosco di persona l'autore o l'autrice, eppure a volte mi sembra proprio di essere in compagnia di vecchi amici..
      il cielo terso con le nuvole di panna ce lo dobbiamo immaginare ancora per qualche giorno, ma arriverà!

      Elimina
  14. Cara Barbara,

    eccomi con il messaggio ufficiale: per lo straordinario merito di sapere creare ricette squisitamente deliziose ed esteticamente insuperabili, sei stata selezionata per il Best Blog Award! Segui il link del mio blog per sapere cosa devi fare adesso! : )

    http://facingnorthwithgracia.blogspot.com

    Elena

    RispondiElimina
  15. che brava!!!!
    sono belle soddisfazioni! complimenti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...